«Fermate i treni. Qualcuno sui binari»   A Osnago ore di paura, ma è falso allarme
Momenti di c

«Fermate i treni. Qualcuno sui binari»

A Osnago ore di paura, ma è falso allarme

La telefonata di un macchinista ha messo in moto l’intera centrale operativa per le emergenze. Minuziosi controlli sino alla stazione di Cernusco e al cavalcavia

Pomeriggio di paura mercoledì lungo i binari della stazione ferroviaria di Osnago. A lanciare l’allarme, facendo convergere sul posto vigili del fuoco, carabinieri e sanitari, un macchinista che, mentre percorreva il tratto tra Osnago e Cernusco, ha notato qualcuno sui binari.

«Fermate i treni, c’è qualcuno sui binari», avrebbe detto alla centrale operativa dei vigili del fuoco di Lecco a cui si è rivolto attorno alle 16,30, informandoli che lungo la massicciata aveva visto una o due persone e che temeva che qualcuno si buttasse sotto il treno.

Appena ricevuta la telefonata, la centrale operativa dei vigili del fuoco si è subito attivata. Lunghi controlli e solo poco prima delle 18, constatato che sui binari non c’era nessuno, i pompieri hanno convocato un summit fuori dalla stazione, insieme ai carabinieri, dichiarando chiusa l’operazione di soccorso e dando il via libera alla Polfer di comunicare ai macchinisti di tornare a viaggiare a velocità normale.

Leggete tutti i particolari sull’edizione odierna de La Provincia di Lecco

© RIPRODUZIONE RISERVATA