Un corso Api per meccanici  Coinvolti undici disoccupati
Undici disoccupati tra i 18 e i 29 anni hanno partecipato al corso di Api

Un corso Api per meccanici

Coinvolti undici disoccupati

Si sono concluse le 90 ore di formazione sia teorica sia pratica per operatore della meccanica

Si sono concluse le 90 ore di corso del “progetto operatore meccanico” per 11 disoccupati fra i 18 e i 29 anni d’età, da Api Lecco con Fondazione Clerici e associazione Namaste, con la sponsorizzazione di J.P. Morgan Foundation. Il progetto ha coinvolto 7 aziende lecchesi per la formazione di 11 operatori di viteria ed è stato realizzato per la parte in aula (le 90 ore) “grazie alla disponibilità di docenti volontari di Fondazione Clerici e di Namaste”, mentre 30 ore sono state realizzate in azienda, con l’aggiunta di 80 ore di tirocinio in linea con l’alternanza scuola-lavoro.

A commentare l’iniziativa progettata su esigenze produttive delle imprese è il vicepresidente e responsabile della commissione per le attività formative di Api Lecco, Oriano Lanfranconi, che sottolinea come l’iniziativa segua una linea di responsabilità dell’associazione «non solo nei confronti delle aziende associate, ma anche verso il territorio nel suo complesso, soprattutto sotto il profilo economico e sociale. Riteniamo che la formazione costituisca una via privilegiata per rispondere ai bisogni di personale espressi dalle imprese e, allo stesso tempo, per dare un contributo concreto alla soluzione di uno dei problemi sociali più pressanti ed impegnativi: la disoccupazione giovanile”.

Sul valore del progetto appena concluso Lanfranconi sottolinea la partecipazione diretta delle imprese sia nella progettazione sia nell’erogazione del corso. «L’idea di organizzare questo corso – aggiunge Lanfranconi - è nata, infatti, dalla necessità, sempre più avvertita dalle Pmi, di assumere figure specializzare e competenti nel proprio settore di attività».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti (0) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito. I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati. Accedi per commentare