Stampi da premio a Sirone   Progetto finanziato dall’Ue
La tecnica messa a punto in Co. Stamp avrà un contributo da Horizon

Stampi da premio a Sirone

Progetto finanziato dall’Ue

La Co. Stamp ha messo a punto una tecnica che allunga la vita degli stampi per il settore auto

Co. Stamp, l’azienda di Sirone specializzata nella produzione di stampi per la pressofusione di leghe di alluminio e magnesio, si è aggiudicata un contributo di circa 2 milioni di euro dal programma europeo di ricerca e innovazione Horizon 2020 - Strumento piccola e medie imprese Fase 2.

Il finanziamento è stato riconosciuto per il progetto denominato “Puzzle die”, finalizzato allo studio e allo sviluppo di una innovativa tecnica per la produzione di stampi per la pressofusione di componenti in alluminio per il settore automotive, capace di rendere molto più lunga la “vita” degli stampi stessi. La sensibile riduzione dei costi di questa tecnologia è destinata ad avere un forte impatto sull’ automotive, rendendo possibile un utilizzo molto più ampio dell’alluminio, sinora escluso per problemi di costi ma più leggero rispetto ad altri materiali ora impiegati e quindi, in prospettiva, anche una riduzione delle emissioni di anidride carbonica..

«Siamo molto soddisfatti di questo risultato che ha visto il nostro progetto confrontarsi con numerosi altri presentati a livello europeo - commenta Marco Corti, presidente e Ceo di Co. Stamp. È stata vincente la capacità di investire in innovazione che è una delle nostre caratteristiche. Nei nostri programmi di sviluppo avevamo previsto di muoverci in questa direzione, ma grazie a questo contributo possiamo investire fin da subito ingenti risorse ed energie per realizzare il progetto con successo e in tempi rapidi. Con la scelta di focalizzarci sull’aspetto della durata degli stampi vogliamo dare una risposta alle richieste specifiche dei nostri clienti e ora ci concentreremo sullo sviluppo di questo progetto che per noi ha una valenza strategica».

© RIPRODUZIONE RISERVATA