Niente profughi al camping Rocce Rosse

«Abbiamo detto no a una barca di soldi»

Niente profughi al camping Rocce Rosse  «Abbiamo detto no a una barca di soldi»

Taceno, parla il titolare della struttura lungo la via Provinciale Sud

«La Prefettura ci aveva chiesto di ospitarne 40: abbiamo rifiutato»

Dare un’informazione a misura di territorio, ascoltare i cittadini ma, soprattutto, sgombrare il campo dalla voce che ha tenuto banco per diversi giorni in paese: ovvero l’arrivo di un consistente gruppo di migranti al campeggio “Le Rocce Rosse” che è in procinto di riaprire.

Questo l’intento dell’incontro pubblico, molto partecipato e vissuto dai cittadini, voluto dai Comuni di Taceno e Vendrogno.

Angelo Maglia, contitolare del camping attualmente chiuso, ha smontato la bufala dell’arrivo dei richiedenti asilo nel campeggio: «Due anni fa la Prefettura aveva telefonato dicendo che ne aveva bisogno per metterci gli immigrati - ha detto - Abbiamo detto di no a 40 migranti. «Potevamo fare una barca di soldi, abbiamo rifiutato per rispetto degli abitanti di Taceno».

L’articolo completo sul giornale in edicola

© RIPRODUZIONE RISERVATA