Lecco. Stampanti 3D  Giovani Api alla Sharebot
Il gruppo Giovani dell’Api durante la visita in Sharebot

Lecco. Stampanti 3D

Giovani Api alla Sharebot

Il gruppo guidato da Luca Lorenzetti in visita all’azienda nata nel 2011

Il Gruppo giovani imprenditori dell’Api di Lecco ha aperto l’anno con una visita alla Sharebot di Nibionno, azienda produttrice di stampanti 3D.

Nata nel 2011 da un’idea di Andrea Redaelli, creatore della prima stampante Sharebot, l’azienda è cresciuta grazie alla pronta adesione al progetto di un team di imprenditori (Arturo Donghi, Ambrogio Donghi, Matteo Vittorio Abbiati e Cristian Giussani). La Sharebot occupa una trentina di dipendenti e «un successo - si legge in una nota di Api Lecco - che va oltre i confini nazionali, grazie a un continuo impegno in ricerca e sviluppo sia di software sia di hardware, che ha anche consentito di concepire tecnologie di stampa 3D sempre più innovative. Mission dell’azienda è migliorare l’accesso alle stampanti 3D per introdurre i sistemi di prototipazione rapida nel mondo della piccola e media impresa, indipendentemente dal settore produttivo, per innovarne e ottimizzarne l’attività».

Luca Lorenzetti, presidente del gruppo Giovani dell’Api, spiega: «Le possibilità introdotte dal progresso tecnologico caratterizzano le attività del Gruppo giovani. Per questo abbiamo voluto visitare una realtà imprenditoriale come la Sharebot che offre alle nostre piccole e medie imprese l’opportunità di servirsi di tecnologie accessibili, versatili e che accelerano il processo produttivo e la messa in atto di nuove idee e progetti, come le stampanti 3D. Promuovendo questo genere di attività – aggiunge – ci sembra di mettere in atto compiutamente quello che, fin dallo statuto, è lo scopo che il Gruppo giovani si prefigge: promuovere la ricerca di nuove soluzioni ai problemi innanzitutto di ordine economico e tecnico che la classe imprenditoriale si trova ad affrontare».

© RIPRODUZIONE RISERVATA