Jolly statunitense per Costa  Coach e gruppo confermati
Camile Mahlknecht, centro statunitense di 190 cm. dalla Germania

Jolly statunitense per Costa

Coach e gruppo confermati

L’obiettivo è ripetere una stagione ai vertici per osare. Il primo innesto di livello è quello di Camile Mahlknecht, via la Sesnic

Niente rivoluzioni, ma consolidare quanto di buono fatto quest’anno per puntare a un’altra stagione di alto livello.

Questo l’obiettivo della B&P Autoricambi Costa Masnaga per la serie A2 edizione 2017/2018.

Dopo aver confermato l’allenatore Gabriele Pirola, capace di guidare le “pantere” fino a gara tre delle semifinali playoff e di vincere la Coppa Italia di categoria, in casa biancorossa arriva la conferma del gruppo 2016/2017.

E c’è un acquisto di livello, quello di Camile Mahlknecht, centro statunitense classe 1993 di 190 cm. - l’ultima stagione ha giocato in Germania nel l’Herner Tc - per sostituire la croata Dina Sesnic, che ha deluso. Arrivata al posto dell’argentina Érica Carolina Sánchez, ritiratasi dall’attività agonistica a metà campionato, la slava non si è mai integrata al meglio, anche a causa di un grave infortunio.

Capitolo Sesnic

Oltre ai problemi fisici, Sesnic non ha impressionato neppure nelle 15 gare giocate, collezionando una media punti di 5,5 e 6,1 rimbalzi a partita. Costa ha attualmente al vaglio alcuni nomi, ma l’ufficialità dovrebbe arrivare solo nelle prossime settimane.

Dovrebbe svestire la casacca masnaghese anche Masha Maiorano, ma per concentrarsi solo sull’attività di allenatrice del settore giovanile, ruolo in cui sta già facendo molto bene.

Maiorano nell’ultima stagione ha dovuto fare i conti con diversi infortuni, giocando 23 gare totali con una media di 10,3 punti a partita.

«Abbiamo chiuso una stagione esaltante e chiaramente la società ha scelto di confermare sia l’allenatore sia il gruppo delle giocatrici - spiega il team manager Augusto Teli - Unica eccezione Sesnic, che ha reso meno di quanto ci aspettavamo, non essendo riuscita a integrarsi al meglio. La squadra era stata costruita sull’ottima Sánchez, che però si è ritirata al termine del girone d’andata per motivi fisici. Siamo dovuti intervenire dunque in corsa prendendo Sesnic, ma alla fine anche lei è stata bloccata da diversi problemi fisici. Abbiamo valutato alcuni nomi per sostituirla. Il profilo, quello di un centro con fisicità e qualità, una giocatrice di categoria per poter ambire anche questa volta a una stagione da protagonisti». E così è stato.

Il vivaio

Un’annata ricca di soddisfazioni per i colori masnaghesi anche a livello di giovanili, con ottimi piazzamenti regionali e provinciali, mentre a livello nazionale spiccano il terzo posto delle Under 16 Elite e l’Under 18 Elite tra le prime otto d’Italia.

In questi giorni invece le Under 14 sono impegnate alle finali tricolore a Bormio.

Bene anche il settore maschile con la promozione in serie D del Basket Nibionno.

«Sempre più giocatori e giocatrici chiedono di venire da noi - conclude - I numeri aumentano ogni anno e i risultati migliorano costantemente».

«Senza peccare di presunzione credo che ormai, a livello femminile, siamo davvero la società più importante in Lombardia insieme alla Geas Sesto San Giovanni».

© RIPRODUZIONE RISERVATA