«Il mercato arabo, opportunità  per le piccole imprese»
I mercati del Golfo arabo offrono opportunità di crescita anche alle imprese di minori dimensioni

«Il mercato arabo, opportunità

per le piccole imprese»

Le aziende lecchesi guardano a nuovi sbocchi, nei Paesi del Golfo l’interesse si concentra nelle filiere delle costruzioni e dei prodotti del lusso made in Italy

«I numeri dell’export ci hanno dato ragione su quella che anni fa, quando abbiamo avviato l’ufficio estero, indicavamo come giusta direzione per la crescita delle piccole e medie imprese, comportandoci di conseguenza nell’aiutare le piccole aziende ad internazionalizzarsi. Ora si stanno concretizzando in modo reale, cioè con la chiusura di diversi contratti, le nostre attività di accompagnamento all’estero iniziate come scouting, utilizzando le agevolazioni dei voucher pubblici per abbattere i costi. Quindi si va avanti, e non più solo su mercati vicini».

Marco Piazza, vicedirettore di Api Lecco e responsabile per l’associazione di via Pergola dell’ufficio estero gestito con Confartigianato Lecco, guarda agli ultimi dati (+12% nel primo semestre 2017 sul 2016) dell’export del distretto metalmeccanico e annuncia una nuova stagione di iniziative che guardano ai mercati del Golfo Arabo.

«Confermo i dati di crescita delle esportazioni anche fra le aziende seguite da noi – afferma Piazza – e che ci hanno ascoltato quando li avevamo avvisati dello spostamento dei mercati su certe aree, compreso il mondo arabo. Noi stessi – aggiunge – ci siamo organizzati di conseguenza con consulenti che ci stanno seguendo nel Golfo, dove le aziende seguite dal nostro ufficio hanno chiuso contratti per alcuni milioni di euro. In questi giorni – aggiunge – aspettiamo che si chiuda un’importante operazione dopo la quale faremo un nostro focus per puntualizzare il nostro impegno nell’area».

Il lusso e le costruzioni sono ad oggi i due grandi settori che vedono la partecipazione dell’ufficio estero con le imprese locali, in situazioni legate ai grandi appalti nella cui filiera si inseriscono anche le pmi.

Ora si avvicina il prossimo click day (fissato al 28 novembre) per avere accesso ai voucher del ministero per lo Sviluppo economico per il quale possono essere inviate online le domande nella settimana compresa fra il 21 e il 27 novembre. «I voucher – sottolinea Piazza – sono un aiuto concreto per un’azienda che riesce così ad ottenere il rimborso di una spesa contenuta che comunque dà la possibilità di andare a rendersi conto direttamente delle possibilità di un mercato, e a quel punto decidere se impegnarsi con investimenti propri».

In proposito l’associazione sta raccogliendo le necessità delle aziende, aprendo anche a nuove categorie merceologiche. Tutto ciò senza dimenticare i mercati europei, che restano primari a partire dalla Germania, dove negli scorsi mesi l’ufficio estero ha insediato un punto di riferimento fisico.

«Di base – conclude il vice direttore di Api Lecco– continuiamo a sviluppare in prevalenza il mercato europeo, che rimane di riferimento e col quale dobbiamo continuamente confrontarci. Ma il mercato arabo è molto importante e sta crescendo, perciò al nostro interno abbiamo inserito un profilo, per ora in forma temporanea, con una persona italo-egiziana che parla arabo».

© RIPRODUZIONE RISERVATA