Dominio Uganda   Festa valsassinese
I quattro azzurri che hanno conquistato la medaglia d’argento a squadre dietro Uganda e davanti agli Stati Uniti

Dominio Uganda

Festa valsassinese

Corsa in montagna: Il campionato mondiale è stato dominato dagli atleti africani che hanno monopolizzato il podio. Xavier Chevrier primo italiano. Sui sentieri almeno seimila persone hanno seguito le gare

Un, due, tre... Uganda: l’Africa doma i sentieri di Premana e stravince al 33° Campionato del mondo di corsa in montagna classic.

Bene anche gli azzurri che portano a casa due argenti e due bronzi di team ed un argento individuale.

“Nel cielo, come il vento, correrò, volerò...” dice l’inno dei mondiali e gli ugandesi l’hanno preso alla lettera sul percorso di 13 chilometri, due giri del percorso dove il tifo ha dato spettacolo, brividi ai concorrenti e reso ancor più mondiale il campionato. Non meno di 6mila persone si sono sparpagliate nei punti più spettacolari come a Pezzàprà, divenuto per una mattina un’arena della corsa in montagna.

L’ugandese Victor Kiplangat ha vinto nei senior in 52’31” staccando i connazionali Joel Ayeko (iridato junior uscente) di 19” e Fred Musobo di 1’26” poi il vuoto con l’americano Joseph Gray, campione uscente quarto a 3’04, l’eritreo Petro Mamu a 3’14”, l’azzurro e fresco campione europeo Xavier Chevrier a 3’16” pochi secondi davanti al compagno Bernard Dematteis (settimo).

SU LA PROVINCIA DI LECCO IN EDICOLA LUNEDì 31 LUGLIO I SERVIZI SULLA RASSEGNA MONDIALE

© RIPRODUZIONE RISERVATA