Controsoffitti pericolosi    Studenti del Grassi   verso altri istituti
Studenti nel cortile del liceo scientifico e a indirizzo musicale di Lecco

Controsoffitti pericolosi

Studenti del Grassi

verso altri istituti

Aule chiuse Sempre più probabile il trasferimento provvisorio di dodici classi in altre scuole cittadine.

Mancano dodici classi. Dodici aule chiuse per il rischio crollo dei controsoffitti. Trentotto le aule necessarie ad accogliere l’indirizzo scientifico e il musicale, ventisei gli spazi a disposizione e dodici quelli che mancano. Al momento l’unica certezza è che l’anno scolastico inizierà regolarmente l’11 settembre.

L’ipotesi del doppio turno Grassi potrebbe risolvere il problema, senza dover chiedere ospitalità ad altre scuole, ma allo stesso tempo creerebbe non poche difficoltà logistiche considerato che non tutti gli studenti sono di Lecco. Numerose le difficoltà sul fronte dei trasporti pubblici.

Il problema dei tempi

L’altra ipotesi è quella di trovare delle aule in altre scuole. Scuole che però di spazi a disposizione ne hanno ben pochi. Al Bertacchi, al liceo Manzoni, sia nella sede di via Ghislanzoni che in via XI Febbraio, non c’è spazio. All’artistico Medardo Rosso non ci sono aule vuote. Al Badoni ormai sono al gran completo, così come al Parini. Resterebbe l’istituto Fiocchi che già lo scorso anno aveva accolto per qualche mese alcune classi del Parini, che si trovava nel mezzo di un cantiere, a causa del rischio crollo dei controsoffitti.
Tutti i dettagli su “La Provincia di Lecco” in edicola lunedì 21 agosto

© RIPRODUZIONE RISERVATA