Bagni tutti chiusi sul Coradia  Interviene anche il Codacons
Disservizi sul Coradia

Bagni tutti chiusi sul Coradia

Interviene anche il Codacons

L’associazione di difesa dei consumatori chiede a Trenord di riconoscere un bonus ai passeggeri.

Non è passato inosservato l’ennesimo episodio legato ai disservizi sulla linea ferroviaria Milano-Tirano, quello cioè che giovedì scorso ha fatto viaggiare un Coradia con tutte le toilette non funzionanti.

Fatto che ha causato molti disagi a una donna sondriese e ai suoi due bambini piccoli: dal cambio di carrozza a Lecco per provare a utilizzare la toilette dell’altro vagone (speranza vana e che ha causato ai tre anche la perdita del loro posto a sedere) fino al fatto che proprio uno dei due bambini non è riuscito a resistere e si è fatto la pipì addosso, nonostante il capo-treno abbia poi fatto fermare per una decina di minuti il treno a Bellano per consentire ai passeggeri che ne avessero bisogno di utilizzare i servizi igienici della stazione.

Non tutti quelli che lo hanno fatto, però, hanno comunicato al capo-treno che sarebbero scesi dal treno e così il convoglio è poi ripartito senza che due passeggeri (una mamma e suo figlio) fossero tornati a bordo.

Ora, venuto a conoscenza di tutta la vicenda, il Codacons definisce questi episodi come «disservizi inaccettabili per tutti coloro che pagano il biglietto per usufruire di un servizio che non è all’altezza della aspettative» e auspica che «Trenord riconosca un bonus per i passeggeri, come scusa per l’accaduto».

Intanto, arrivano novità su un altro aspetto particolarmente caro ai pendolari e viaggiatori: la vigilanza nelle stazioni e sulle carrozze dei treni con la presenza di personale qualificato.Come sottolineato da un comunicato stampa diramato dalla Prefettura di Sondrio, infatti, agenti della Polizia Ferroviaria di Lecco sono stati impegnati in alcuni servizi di scorta sui treni della linea Lecco-Sondrio, nonché di vigilanza nella stazione ferroviaria del capoluogo valtellinese, nelle giornate del 17,19 e 20 luglio dalle 13 alle 19. Il personale impegnato in questi servizi di scorta e vigilanza è stato dotato di telefono cellulare palmare per le interrogazioni e le comunicazioni di servizio alla centrale operativa.

Anche nei prossimi giorni e settimane gli agenti della Polizia Ferroviaria verranno coinvolti in attività di questo tipo per garantire la sicurezza dei passeggeri sia nelle stazioni sia sulle carrozze dei convogli in viaggio in provincia di Sondrio e nell’intera Lombardia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA