Angelo Scola, addio a Milano Lecchesi in Duomo per l’ultima messa
Il cardinale Angelo Scola con il suo successore Mario Delpini

Angelo Scola, addio a Milano
Lecchesi in Duomo per l’ultima messa

Al suo posto Mario Delpini - «Ricorderemo il suo impegno sui temi più scottanti: immigrazione, profughi, lavoro, economia e giovani»

Saranno numerosi i lecchesi che domani sera (venerdì 8 settembre) alle 21 in Duomo a Milano parteciperanno alla celebrazione del Pontificale nella Solennità della Natività della Beata Vergine Maria, presieduta dal cardinale Angelo Scola. Sarà praticamente il saluto del cardinale ai fedeli della Diocesi, che ha retto per sei anni.

Un commiato che precede l’ingresso del nuovo arcivescovo, monsignor Mario Delpini, che avverrà in via riservata domani, mentre l’entrata ufficiale è prevista per domenica 24 settembre.

Il cardinale Scola si è ormai trasferito nella sua nuova residenza ad Imberido (Oggiono) e quella di questa sera sarà anche l’occasione per la Chiesa ambrosiana di esprimergli gratitudine. In questo senso monsignor Paolo Martinelli, vescovo ausiliare e vicario episcopale, ha voluto sottolineare alcuni dei punti fondamentali dell’opera di Scola, evidenziando tra l’altro «tutti gli interventi del cardinale nei confronti della società, dal riconoscimento del suo carattere “plurale” al suo tratto sempre più “meticcio”, rilevando l’importanza civile del dialogo ecumenico e interreligioso, fino al costante impegno sui temi sociali più scottanti: immigrazioni, profughi, lavoro, economia e finanza, tecnoscienza, giovani e periferie».

L’articolo completo su La Provincia di Lecco in edicola domani, 8 settembre

© RIPRODUZIONE RISERVATA