Aiuti regionali alle imprese  Dove sono andati
Il tavolo con l’assessore e i rappresentanti delle principali categorie economiche lecchesi

Aiuti regionali alle imprese

Dove sono andati

L’assessore alle attività produttive Parolini ha incontrato le categorie economiche della provincia

Circa 400 milioni di euro in Lombardia e 50 in provincia di Lecco in aiuto a diversi settori economici. Sono i numeri forniti ieri da Mauro Parolini, assessore regionale allo Sviluppo economico, in Camera di Commercio. Parolini, accompagnato dal consigliere regionale lecchese Mauro Piazza, ha presentato anche le nuove opportunità che Regione Lombardia metterà in campo per il 2017. «Così aiutiamo le imprese lombarde a crescere, impiegando risorse regionali e fondi europei non in una logica assistenzialistica e d’emergenza, ma con una visione integrata di sistema e di sviluppo duraturo».

«Durante il mandato abbiamo concesso contributi e incentivi per quasi 28 milioni di euro. Un impegno che ha permesso di sviluppare oltre 50 milioni di investimenti negli ambiti del commercio, turismo, attività produttive e terziario.

Nel 2017 «punteremo al sostegno alle start up innovative e sociali, alla filiera dell’edilizia e in particolare di quella della casa high-tech, alla promozione dell’export, a sostenere il credito e gli investimenti degli imprenditori della manifattura e del turismo, riservati alle piccole e medie imprese».

Dei 27,9 milioni di euro erogai in provincia d Lecco, 3,7 milioni sono andati alle imprese del commercio, 2,1 al turismo e 22,2 ad attività produttive, terziario ed export.

Sono 430 le imprese che hanno goduto dei benefici di cui 110 nel commercio, 30 nel turismo e 290 industrie.

Tornando a livello regionale, nel 2017 è previsto un bando da 10 milioni di euro che concede contributi a fondo perduto fino a 800mila euro ad aggregazioni tra imprese del settore edilizia, costruzioni, legno-arredo-casa, high-tech e le Università lombarde per finanziare progetti innovativi legati al tema dell’abitare intelligente.

Bando da 300 milioni per sostenere, attraverso un mix di finanziamenti agevolati, garanzia gratuita a carico di Regione Lombardia e contributi a fondo perduto, investimenti strategici delle PMI come l’acquisto di macchinari ed immobili o per interventi strutturali e di riconversione e rilancio delle aree produttive.

Bando da 35 milioni di euro per finanziare, attraverso contributi a fondo perduto fino 50mila euro interventi e progetti di riqualificazione delle strutture ricettive gestite in forma imprenditoriale, dei bed & breakfast, dei bar e dei ristoranti.

Per le start up una dotazione iniziale da 25 milioni di euro finalizzata alla valorizzazione di iniziative e industrie emergenti, che prevede un mix di fondo perduto per l’acquisizione di servizi per l’innovazione tecnologica, strategica e commerciale, per la promozione, comunicazione, gestione e amministrazione e strumento finanziario per potenziare il ricorso al mercato dei capitali di rischio attraverso il coinvolgimento di operatori.

Finanza e commercio

Bando da 5 milioni di euro per sostenere l’export delle imprese lombarde, che prevede contributi per favorire il loro accesso ai canali e-commerce come ulteriore opportunità di vendita verso mercati esteri e facilitare la ricerca degli strumenti finanziari e assicurativi più efficaci per sostenere il proprio business sui mercati esteri.

© RIPRODUZIONE RISERVATA