Addetti Acel “porta a porta”  È una truffa, fate attenzione
Anziani ancora presi di mira dai truffatori

Addetti Acel “porta a porta”

È una truffa, fate attenzione

Dopo il falso carabiniere, in città si sono verificati altri tentativi di raggiro e la società mette in guardia

Dopo le tentate truffe del falso carabiniere delle scorse settimane, in città si sono verificati ancora tentativi di raggiro: a mettere in allerta i propri clienti è Acel Service, la società di fornitura energetica di Lecco riguardo a visite porta a porta di falsi addetti.

«Alla luce di una serie di segnalazioni pervenute ai nostri uffici in questi giorni, Acel Service mette in guardia i cittadini dall’azione gravemente scorretta condotta con visite a domicilio da alcuni soggetti che, in modo falso, si qualificano come dipendenti della nostra azienda per proporre nuovi contratti di vendita di gas ed energia elettrica» ha spiegato in una nota la società.

Acel fa sapere inoltre che «non utilizza il sistema del “porta a porta” ma dispone di propri punti vendita sul territorio (Lecco, Calolziocorte, Casatenovo, Colico, Merate, Oggiono)» invitando i cittadini che volessero effettuare verifiche e avere chiarimenti possono rivolgersi direttamente al centralino di Acel Service (telefono 0341/228611) o al numero verde 800.822.034.

Anche le forze dell’ordine, per i tentativi di truffa del falso carabiniere, avevano dato raccomandazioni simili. Le forze dell’ordine avevano precisato come prima di tutto, se si è vittima di un fatto del genere, non bisogna vergognarsi e l’episodio va denunciato. Va inoltre sempre chiesto il tesserino di riconoscimento e nel caso si abbiano dubbi va chiamato il 112.

Infine, viene ricordato che la Polizia, i carabinieri e tutte le forze dell’ordine, non chiedono mai di consegnare somme di denaro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA