A Lecco i cartelli turistici   contro i terroristi
In piazza Cermenati arriveranno i cartelli contro i terroristi

A Lecco i cartelli turistici

contro i terroristi

Quattro totem informativi in fase di installazione saranno “zavorrati” per impedire lo sfondamento - Due in piazza Cermenati e due in piazza XX Settembre - Poi ci saranno barriere mobili, stile “cavalli di Frisia”

Totem informativi come vere e proprie barriere antisfondamento. Antiterrorismo, dunque. Però con un occhio di riguardo anche per il decoro urbano, come aveva anticipato tempo fa l’assessore ai Lavori Pubblici Corrado Valsecchi.

È l’assessore alla Polizia Locale, Sicurezza e Turismo Francesca Bonacina a spiegare: «Nell’ambito del progetto legato all’implementazione del turismo a Lecco, ovvero Cult City, un progetto regionale, stiamo realizzando quattordici totem informativi che saranno dislocati in varie zone della città. Quattro di essi saranno “zavorrati” e resi antisfondamento e, pertanto, posti in quattro punti sensibili del centro cittadino in modo da impedire azioni di sfondamento con un veicolo o un mezzo pesante la cintura esterna del centro storico».

Saranno, questi quattro cartelli, tutti nel “salotto buono” di Lecco. Ovvero in piazza Cermenati e in piazza XX Settembre. In particolare: in via Nava all’altezza della scalinata della Basilica, dove c’è lo stemma del Comune di Lecco ritratto con un mosaico in terra, saranno posizionati due cartelli zavorrati. E due altri saranno posizionati in piazza XX Settembre, all’incrocio con via Roma. «Naturalmente questi quattro cartelli “zavorrati”, che saranno informativi, li pagheremo noi, non rientreranno nella spesa del progetto “Cult City”, nonostante siano anch’essi di pubblica utilità per quanto riguarda le informazioni in essi contenute. La spesa non è stata ancora preventivata ma dovrebbe aggirarsi sui 15-20mila euro. Questi quattro li sostituiremo, nel progetto, con altri quattro cartelli che si uniranno agli altri nelle altre zone sensibili sì, ma turisticamente, della città».

L’ARTICOLO COMPLETO SU LA PROVINCIA DI LECCO IN EDICOLA OGGI, 5 OTTOBRE

© RIPRODUZIONE RISERVATA