Svincolo di Maggiana avanti di un passo  Consegnato lo studio di fattibilità
Entro fine anno saranno appaltati i lavori per la rotonda tra via per Maggiana e via Segantini

Svincolo di Maggiana avanti di un passo

Consegnato lo studio di fattibilità

L’amministrazione provinciale ha in carico il progetto del tracciato di 164 metri

A giorni verrà sottoposto ai residenti, avviato il procedimento per valutazione ambientale

Un passo avanti per lo svincolo che da Maggiana collegherà il paese con la strada statale 36.

«In questi giorni è arrivato lo studio di fattibilità siglato dai tecnici dell’Amministrazione provinciale - dice l’assessore ai lavori pubblici, Andrea Tagliaferri -, a breve, in data che preciseremo presto, ci sarà un incontro con i residenti d Maggiana per condividere con loro il progetto. Nel frattempo abbiamo avviato il procedimento per la Vas, la valutazione strategica ambientale».

Lo svincolo è un tracciato di 164 metri che collegherà Maggiana con la strada statale 36, in direzione da e per Sondrio.

L’opera, come già sottoscritto in uno specifico accordo con villa Locatelli, verrà progettata dai tecnici dell’Amministrazione provinciale. Il Comune ha già messo a bilancio 600 mila euro, di questi 400 mila per la realizzazione del collegamento e gli altri per l’acquisto dei terreni interessati al passaggio della strada. Comune che da subito ha espresso la volontà di pagare i terreni evitando di passare all’esproprio. Entro fine anno verranno appaltati i lavori per la realizzazione della rotonda all’incrocio tra via per Maggiana e via Segantini, dove spariranno gli stop. Per creare la rotatoria la parte iniziale di via Segantini verrà allargata a valle.

Opera dalla duplice finalità, ovvero quella di risolvere il problema della velocità su via per Maggiana dove molti non osservano lo stop all’incrocio, e allo stesso tempo migliorare la viabilità interna in previsione del collegamento con lo svincolo. Buona parte del traffico da e per lo svincolo passerà infatti su via per Maggiana, sul tratto stradale dal centro paese verso la frazione di Maggiana. Un’altra fetta di traffico, comunque inferiore, sfrutterà invece la strada che da Abbadia sale verso al frazione di Crebbio e da lì scende a Maggiana. Approvato lo studio di fattibilità per la rotonda «entro fine anno andremo a gara per l’affidamento dei lavori», aggiunge l’assessore Tagliaferri. Per l’estate la rotonda sarà pronta, quanto allo svincolo le tempistiche non sono così veloci, considerato che lo studio di fattibilità è appena arrivato in Comune.

A breve in frazione Maggiana verrà convocato l’incontro con i residenti, che vedrà la presenza del comitato “Maggiana non si tocca”, che è deciso ad ostacolare l’opera. I sostenitori del comitato vedono nello svincolo una serie di problemi, tra cui un incremento dell’inquinamento a Maggiana, e la perdita di alcuni terreni, comunque privati, che sono un polmone verde per il territorio.

In paese la questione svincolo è molto sentita, e i più sembrerebbero essere a favore dell’opera.

© RIPRODUZIONE RISERVATA