Onno, il saluto dell’arcivescovo Delpini
L’arcivescovo di Milano Mario Delpini con don Marino Colombo tra i fedeli

Onno, il saluto dell’arcivescovo Delpini

Il successore di Ambrogio si è presentato alle 7 nella chiesa parrocchiale per una visita non ufficiale Accolto dal parroco Don Marino Colombo ha stretto la mano ai fedeli : «Camminiamo insieme»

Monsignor Mario Delpini, il nuovo arcivescovo di Milano, è arrivato puntualissimo questa mattina ad Onno. La Chiesa parrocchiale di San Pietro Martire aveva aperto dalle ore 7 i suoi battenti e nonostante l’insolito orario era andata riempiendosi di fedeli, tra cui il sindaco di Oliveto Lario Bruno Polti.

Alle 7.20 monsignor Mario Delpini ha fatto il suo ingresso in chiesa accolto dal parroco di Onno, don Marino Colombo. L’arcivescovo ha confermato il suo stile sobrio e del tutto informale. Si è presentato vestito come un prete ambrosiano, con il suo clergyman e soprattutto con tantissima umanità. Prima di recitare la preghiera alla Madonna, che ha segnato il suo passaggio da Onno, monsignor Delpini ha voluto stringere la mano a tutti i fedeli, ringraziandoli per la loro presenza e vicinanza. Un gesto che ha sorpreso tutti e segnato una condivisione su cui l’arcivescovo ha molto insistito nella sua breve omelia: «Questa non è una visita ufficiale, è piuttosto un pellegrinaggio dentro la comunità. Vuole essere un gesto di fraternità ed amicizia per conoscerci meglio perché questa grande responsabilità, a cui sono stato chiamato da Papa Francesco, ha bisogno dell’apporto di tutti voi, della vostra vicinanza e delle vostre preghiere».

Parole che hanno dato la misura di quello che sarà lo stile del nuovo successore di Ambrogio e che hanno ricalcato quelle pronunciate dall’arcivescovo il giorno dell’annuncio della sua nomina.

Tutti i particolari su La Provincia di Lecco in edicola domenica 3 settembre

© RIPRODUZIONE RISERVATA