Gli chiede soldi e gli sfila la catenina d’oro  Uomo di 80 anni derubato in via Sauro
Il furto ai danni del mandellese è avvenuto tra via Battisti e via Sauro

Gli chiede soldi e gli sfila la catenina d’oro

Uomo di 80 anni derubato in via Sauro

Il furto con destrezza commesso da una donna con una tecnica collaudata. Il pensionato se n’è accorto solo a casa, il sindaco invita alla massima prudenza e attenzione

«Non date confidenza a nessuno sconosciuto. Non date soldi a nessuno».

Il sindaco Riccardo Fasoli è schietto dopo le segnalazioni di episodi poco piacevoli che si stanno verificando in paese, con persone che chiedono soldi, spesso con troppa insistenza, in piazza Leonardo da Vinci e da lì verso via Manzoni, oltre che fuori dai supermercati, soprattutto in mattinata.

Sabato addirittura un anziano, un ottantenne, è stato derubato. Era all’incrocio tra via Nazario Sauro e via Cesare Battisti, con l’intenzione di andare verso il cimitero, quando una donna lo ha avvicinato chiedendo insistentemente soldi. L’uomo è riuscito a divincolarsi e ad allontanarsi ma una volta a casa si è accorto che non aveva più la catenina d’oro.

Con molta probabilità la donna gli si è avvicinata un po’ troppo, e velocemente gli ha sfilato la catenina dal collo senza neppure che l’uomo se ne accorgesse.

Fatti simili erano successi lo scorso anno a Lecco, in viale Turati nella zona dei frati Cappuccini e a San Giovanni, con una donna che fermava gli anziani, e in quel caso chiedeva informazioni, si avvicinava a loro un po’ troppo e con mani di velluto sfilava le catenine.

Difficile dire se i casi siano legati tra di loro probabilmente non hanno nulla a che vedere, sta però di fatto che di mira vengono prese sempre di più persone anziane.

Nei mesi scorsi c’erano stati anche falsi addetti comunali che suonavano i campanelli chiedendo di fare verifiche ai documenti di identità. Per non parlare dei finti tecnici di Enel Telecom e tante altre società di servizi.

Anziani che sono le vittime preferite e che spesso per vergogna non denunciano neppure di essere stati derubati o truffati.

«Senza fare allarmismo invito tutti coloro che assistono a situazioni del genere a fare segnalazione alle forze dell’ordine - prosegue il sindaco Fasoli -. Chiedo a tutti di non dare soldi a nessuno perché così facendo si alimenta l’accattonaggio. Le persone con problemi economici vengono seguite dai servizi sociali del Comune dove hanno residenza. Facciamo tutti un po’ più di attenzione soprattutto nei confronti degli anziani cerchiamo di essere solidali con loro».

Il caso dell’uomo derubato ha scatenato i social con commenti non sempre contenuti. Tutti concordi nell’evitare che si scateni il panico e tantomeno una “caccia” all’uomo, in questo caso sembrerebbe una donna, ma allo stesso tempo l’invito è quello di fare molta attenzione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA