Disagi sulla Colico-Chiavenna  Tre  corse soppresse e proteste
Ai passeggeri del treno che non è partito non è rimasto che aspettare

Disagi sulla Colico-Chiavenna

Tre corse soppresse e proteste

Forse un guasto: fermi i treni delle 17.26, 18.04 e delle 19.36. Malumori di studenti e turisti. Trenord chiede invano un servizio bus.

Il treno in partenza per Colico non è partito. I viaggiatori – alcune decine di studenti e turisti – che ieri alle 17.26 erano pronti a salire sul convoglio che li avrebbe portati nel Comune della provincia di Lecco sono rimasti a piedi fino a quello successivo. Non è stata l’unica corsa cancellata. La stessa sorte è toccata al 18.04 da Colico e al 19.36 da Chiavenna.

In mezzo, e questa almeno è una buona notizia, c’è stato quello che alle 18,05 ha lasciato la stazione della città della Mera per dirigersi verso Milano Porta Garibaldi. Ma i disagi, come anticipato, non sono mancati. Una comitiva di turisti brianzoli, composta soprattutto da giovani coppie con figli, ha perso non solo il treno cancellato, ma anche le coincidenze successive da Lecco alla propria città. Le proteste, sia al personale presente sul posto, come sempre cordiale, sia agli operatori dei servizi telefonici, non sono mancate. Una bella scocciatura ed un bel biglietto da visita per una città “slow” che promuove la mobilità sostenibile.

Appena sono venuti a conoscenza del problema, i viaggiatori hanno chiesto di poter contare su un autobus sostitutivo, ma non hanno ricevuto comunicazione di una soluzione di questo tipo. Anche vari universitari diretti a Milano e Pavia hanno dovuto fare i conti con la cancellazione della corsa delle 17.26, ma alcuni di loro hanno trovato un passaggio da parenti e amici fino a Colico. Coloro che non hanno avuto quest’opportunità sono rimasti in stazione e hanno atteso. Trenord, per andare incontro alle esigenze degli utenti, ha disposto fermate straordinarie lungo la tratta Colico-Chiavenna - nei paesi dove era prevista per il convoglio delle 17.26 - per il treno delle 18.05. Ha chiesto anche servizi bus sostitutivi alla società competente, ma non sono stati messi a disposizione autobus. Tutto lascia pensare che all’origine della domenica difficile ci sia stato un guasto a uno dei treni della linea. In attesa dei nuovi treni, che Regione Lombardia acquisterà nei prossimi anni e in alcuni casi saranno destinati anche alle linee della provincia di Sondrio, da Colico in su si spera di non dover affrontare troppi disagi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA