Canottieri Moto Guzzi, c’è l’accordo  L’antica sede verrà riqualificata
La storica sede della Canottieri Moto Guzzi verrà riqualificata

Canottieri Moto Guzzi, c’è l’accordo

L’antica sede verrà riqualificata

É il quartiere generale di tanti sportivi che hanno tenuto alto il nome del paese

La Piaggio titolare della Guzzi ha siglato l’accordo con la società, interventi strutturali e estetici

La storica sede della Canottieri Moto Guzzi, sul lago, in zona Debbio, all’ingresso del paese, verrà riqualificata.

Un lungo lavoro che nasce dalla collaborazione con l’azienda Moto Guzzi, oggi sotto le ali della Piaggio.

Il quartier generale di tanti sportivi che sono cresciuti qui e hanno tenuto alto il nome del paese nel mondo, prevede vari interventi.

«La prima fase dei lavori curati da Moto Guzzi riguarderà interventi sia strutturali sia estetici sulla sede, col rifacimento di pavimenti, il risanamento di arti della struttura portante, e opere di pitturazione sia interna sia esterna - spiega l’ufficio stampa di Piaggio -. La rinnovata collaborazione tra Moto Guzzi e la Canottieri Guzzi, verrà ufficializzato il prossimo 22 luglio, al lido, con una manifestazione remiera che la società sportiva».

Una sede importante che ha visto crescere generazioni di atleti giunti ai livelli più alti del canottaggio: una tradizione che continua anche oggi, con quattro atleti Juniores della canottieri convocati a vestire la maglia della nazionale italiana di canottaggio ai prossimi “Campionati del mondo” in programma a Trakai, in Lituania, o alla coppa della Jeuinesse che si disputerà a Hazewinkel in Belgio.

Livio Micheli, presidente della Canottieri Moto Guzzi, si dice entusiasta e rimarca: «È stato un lavoro paziente, lungo, meticoloso, portato avanti in tanti anni senza mai perdere la fiducia di portalo a temine».

La sede nei prossimi mesi verrà riqualificata mantenendo la sua origine strutturale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti (0) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito. I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati. Accedi per commentare