Bellano e Vendrogno  l’unione è più vicina
Il municipio di Vendrogno (Foto by archivio)

Bellano e Vendrogno

l’unione è più vicina

Consensi dopo la prima assemblea pubblica

Rusconi: «Non vogliamo che altri decidano per noi»

Una cinquantina di persone nel salone Sant’Antonio, a Vendrogno, all’assemblea di presentazione del progetto che farà nascere l’Unione con Bellano

Nessuna opposizione, solo qualche domanda (pochissime) di chiarimento che hanno ricevuto puntuale risposta.

«Bellano è il nostro lago ed i due centri sono complementari e confinanti - ha detto il sindaco locale Cesare Galli - È un’opportunità per crescere e ci sono molte cose che ci accomunano».

Per Bellano era presente il vice sindaco Thomas Denti: «La nostra è un’amministrazione nuova, ma fin dall’inizio abbiamo portato avanti il discorso che era già iniziato in precedenza. Abbiamo guardato a Vendrogno in modo paritario e crediamo l’unione molto importante per il futuro dei nostri Comuni perché alcune politiche integrate potranno portare solo benefici. Partiamo con tanta voglia di condividere».

Il vice sindaco vendrognese Dario Rusconi ha illustrato con le slide gli obblighi che il Governo ha dato ai comuni per svolgere le funzioni associate, con scadenza al prossimo 31 dicembre, e la situazione odierna: «Non vogliamo che siano altri a decidere per noi - ha chiosato - È una prova per capire se è possibile fare una fusione».

L’articolo completo e l’approfondimento sul giornale in edicola.

© RIPRODUZIONE RISERVATA