Carroponte, dai cantautori rock   all’omaggio a De Andrè
Il cantautore britannico Billy Bragg sarà sul palco del Carroponte sabato (Foto by Credit Anthony Griffin)

Carroponte, dai cantautori rock

all’omaggio a De Andrè

Molto vario il panorama musicale offerto - Domani sera è in programma un intreccio con il cinema - Giovedì Giorgio Canali e sabato il britannico Billy Bragg

Firme storiche dell’indie rock italiano, cantautori stranieri, omaggi ai grandi della canzone d’autore del passato italico e band in rampa di lancio: la settimana del festival “Carroponte” di Sesto San Giovanni è un mix di eventi e concerti da non perdere (via Granelli 1; info: carroponte.org). Una settimana densa di appuntamenti poetici nell’ex area industriale Breda alle porte nord di Milano.

Domani di scena Nino Bruno & le Otto Tracce (con l’apertura affidata ad Anna Mancini) per una manciata d’ore che intessono musica e cinema (dalle 21.30, ingresso libero). Il napoletano Nino Bruno ha già collaborato con il regista Paolo Sorrentino (suo il brano “Every Single Moment in My Life Is Aweary Wait” contenuto nella celeberrima pellicola “This Must Be The Place” con protagonista Sean Penn). Diversi anche i pezzi scritti da Bruno e interpretati da noti attori (compreso Toni Servillo) italiani e stranieri. Il programma carropontiano? Nino Bruno e le Otto Tracce, band di cinque elementi con Zaira Zigante e Massimiliano Sacchi, Peppe Sabbatino (batteria), Nino e Giulio Fazio (farfisa) si esibiscono con un repertorio che è un omaggio alla musica del grande cinema.

Giovedì fa capolino a Sesto la “sagoma” di Giorgio Canali con la sua band, i Rossofuoco (21.30, ingresso libero). Al centro della serata il disco “Perle per porci” uscito nella primavera del 2016: 13 tracce che sono insieme un ricordo (ai tanti musicisti e gruppi che anni fa Canali intercettò sui palchi di provincia, per i quali la fortuna fu spesso alterna, pur avendo meritato fama ben maggiore) e un collage del meglio della musica italiana rimasto al di là del successo. Una sorta di «antologia del mio piccolo mondo musicale italofono» spiegava Giorgio Canali presentando il disco. Non solo Francesco De Gregori, ma anche Le Luci della Centrale Elettrica, Angela Baraldi e Santo Niente trovano “asilo” nel disco e saranno al centro del live di domani.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti (0) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito. I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati. Accedi per commentare