Sindaco sul divano, famiglia nelle stanze  Ladri senza scrupoli fanno man bassa
Il sindaco di Garbagnate Monastero, Sergio Ravasi

Sindaco sul divano, famiglia nelle stanze

Ladri senza scrupoli fanno man bassa

Garbagnate Monastero, incursione notturna, rubati un computer e due borse e carte di credito. «Mi ero appisolato, quando mi sono svegliato mi sono accorto che di qualcosa che non andava»

Ladri in punta di piedi e guanti di velluto: hanno messo a segno un furto a casa nientemeno che del sindaco, Sergio Ravasi «appisolato sul divano».

Lo sconcertante episodio è accaduto l’altra notte, dimostrando una volta in più – semmai ce ne fosse stato bisogno – quanto arditi e incuranti siano i topi d’appartamento, ovunque e in ogni stagione dell’anno.

Si era appena spenta, infatti, l’eco dell’appello, lanciato qualche giorno fa via Facebook da un residente del vicino comune di Civate, che aveva messo in guardia i vicini dai «ladri che entrano anche in pieno giorno, con la gente in casa, e non hanno paura di niente».

La medesima, scioccante esperienza è toccata l’altra notte a Sergio Ravasi. Era circa l’1.30. «Mi ero appisolato sul divano e a quell’ora – ha riferito il sindaco – mi ero appunto risvegliato e stavo andando a letto: è stato allora che mi sono accorto di qualcosa che non andava».

La moglie e la figlia si erano, invece, già coricate nelle stanze.

Tutti i dettagli nell’ampio servizio su “La Provincia di Lecco” in edicola mercoledì 14 settembre.

© RIPRODUZIONE RISERVATA