Sindaci sulle barricate «Basta proroghe Silea aspetti le indagini»
La manifestazione del 30 marzo scorso

Sindaci sulle barricate «Basta proroghe Silea aspetti le indagini»

Verso l’assemblea dei soci dell’11 maggio

«Il 30 marzo siamo stati presi in giro, avevano già deciso No alla proroga del forno al 2032 , l’atto va sospeso»

Sindaci sulle barricate, in vista dell’assemblea dei soci di Silea, in programma l’11 maggio.

«L’ultima volta, il 30 marzo scorso, siamo stati presi in giro», accusa l’amministrazione di Suello, capofila dell’area di maggiore ricaduta degli inquinanti del forno e dei Comuni critici sul progetto del teleriscaldamento alimentato dal forno stesso.

Chiederemo una modifica

«Quindi – preannuncia il vicesindaco Angelo Valsecchi – l’11 chiederemo una modifica dell’atto d’indirizzo, adottato il 30 marzo dall’assemblea stessa: ora, vogliamo che si voti la sospensione delle scadenze, e non più la loro proroga collegata all’autorizzazione regionale che disciplina il funzionamento del forno. Il teleriscaldamento va sospeso, fino all’esito delle indagini sulla salute e fino alla sua riprogettazione con fonti alternative ai rifiuti. Il 30 marzo – prosegue Valsecchi - l’atto di indirizzo era stato spacciato per una conquista, mentre era già superato dai fatti: nessuno ce lo disse, il documento fu presentato il giorno stesso: i sindaci sono stati giocati».

Il 30 marzo, com’è noto, si votò per chiedere alla Regione di rideterminare le scadenze contenute nell’autorizzazione in virtù della quale funziona il forno e che detta anche i tempi del teleriscaldamento.

I particolari su La Provincia di Lecco in edicola martedì 25 aprile

© RIPRODUZIONE RISERVATA