Rogo di auto a Olginate, la telecamera  riapre il caso, è doloso?

Rogo di auto a Olginate, la telecamera

riapre il caso, è doloso?

Ripresa una macchina che si allontana prima delle fiamme Giallo sulle origini dell’episodio accaduto nella notte di mercoledì ritenuto inizialmente un corto circuito

Un’auto che arriva entra nel parcheggio e dopo poco se ne va. E poi le fiamme.

Questa, la scena ripresa dalla telecamera comunale installata in corrispondenza del ponte. Immagini che fanno emergere qualche dubbio sulle possibili cause dell’incendio che nella notte tra mercoledì e giovedì ha distrutto due auto e danneggiate altre due.

In un primo momento tutti gli accertamenti avevano portato a stabilire in un cortocircuito, le cause del rogo. Questa ricostruzione ufficiale non è stata accantonata, ma ora è giallo, con questo nuovo scenario, ancora tutto da verificare.

I fatti sono noti. Intorno alle 2.30 della notte di mercoledì su giovedì è scoppiato un incendio, partito pare da un “Nissan Qashqai” parcheggiato nell’area di sosta a lato dell’ingresso del ponte Vittorio Emanuele III. In poco tempo le fiamme hanno avvolto e distrutto la vettura, ma anche quella a fianco, una “Smart Forfour”, danneggiando seriamente una “Lancia Y” e in maniera più lieve una “Opel Astra”.

Leggi i particolari su La Provincia di Lecco in edicola domenica 26 marzo

© RIPRODUZIONE RISERVATA