Protezione civile di Galbiate, nuova sede  «Trent’anni di altruismo e professionalità»
I volontari della Protezione civile intervenuti alla cerimonia

Protezione civile di Galbiate, nuova sede

«Trent’anni di altruismo e professionalità»

Acclamati il coordinatore Davide Facondini e il predecessore Matteo Magni

Il sindaco Negri: «Siete una preziosa risorsa»

La festa per i 30 anni della Protezione civile di Galbiate è culminata venerdì sera nell’inaugurazione della nuova sede, situata al piano terra dell’edificio di via Gramsci, negli spazi che il Comune aveva negoziato anni fa con gli operatori impegnati nella riconversione residenziale dell’ex area produttiva; l’evento aveva preso il via, però, già nel pomeriggio, con il raduno dei volontari provenienti anche dal circondario; significativa – come ha rilevato il sindaco, Benedetto Negri, nel suo discorso – la massiccia presenza, inoltre, delle altre associazioni galbiatesi.

Valori si solidarietà

I valori della solidarietà, «incarnati nel patrono san Pio da Pietrelcina», sono stati richiamati nel corso della messa, celebrata dal parroco don Erasmo Rebecchi in chiesa parrocchiale, dal cui sagrato è partita la colonna mobile, accompagnata dalla banda. Il nastro della sede di via Gramsci è stato tagliato dopo i discorsi, introdotti dall’ex assessore Massimo Tagliabue – tra i fondatori della Protezione civile galbiatese.

Il sindaco Negri le ha reso merito del «dono gratuito alla collettività» e per «essere una risorsa preziosissima soprattutto in questa era di tagli ai piccoli Comuni». Hanno parlato poi il coordinatore Davide Facondini – acclamato dai volontari – e alcuni dei fondatori e predecessori, tra cui Matteo Magni, consigliere comunale, che ha anche rivolto un pensiero ai volontari prematuramente scomparsi.

Leggete tutti i particolari sull’edizione odierna de La Provincia di Lecco

© RIPRODUZIONE RISERVATA