Progetti sicurezza del Lecchese  Dalla Regione trecentomila euro
I progetti - Finanziate anche nuove telecamere di sorveglianza

Progetti sicurezza del Lecchese

Dalla Regione trecentomila euro

Serviranno per finanziare la videosorveglianza

o per la dotazione di serviziodelle polizie locali

Assegnati 323mila euro dalla Regione Lombardia ai Comuni del Lecchese per interventi sulla sicurezza urbana.

Ci sono anche diversi enti locali del territorio calolziese e olginatese tra i beneficiari dei contributi concessi dalla Regione su una partita particolarmente e sentita dai cittadini: i sistemi di videosorveglianza e le strumentazioni da mettere a disposizione dei rispettivi corpi di polizia locale arriveranno infatti a breve a Monte Marenzo, Carenno, Olginate, Valgreghentino, Pescate e Garlate.

Ieri mattina, il Pirellone ha pubblicato le graduatorie dei progetti finanziati in materia di sicurezza urbana. Si tratta complessivamente di 7,6 milioni di euro, che saranno distribuiti tra 476 Comuni lombardi che hanno richiesto fondi da utilizzare per implementare il grande fratello e dotare i vigili urbani di veicoli e attrezzature adeguate.

Per quanto riguarda la provincia di Lecco, la Regione staccherà un assegno complessivo da 322.975,29 euro, che serviranno a finanziare i 13 progetti messi a punto da 21 paesi, diversi dei quali in servizio associato.

«La sicurezza è una delle priorità di Regione Lombardia – rimarca il sottosegretario regionale Daniele Nava - È fondamentale investire in tecnologia e innovazione al fine di un migliore controllo del territorio e per garantire una maggiore tutela dei cittadini ».

Entrando nel dettaglio del bando, la suddivisione era in due lotti, uno per la videosorveglianza e l’altro per le dotazioni. Per il primo, trentamila euro ciascuno saranno destinati a queste unioni di Comuni: Monte Marenzo e Carenno; Pescate e Garlate; Olginate e Valgreghentino; Galbiate e Civate; Valmadrera, Malgrate e Oliveto; Oggiono, Annone ed Ello; Robbiate, Paderno e Verderio.

Ventimila euro ciascuno andranno invece per le strumentazioni alle unioni di Pescate, Castello (Colle, Dolzago, Garbagnate, Sirone); Valmaddrera, Robbiate e Oggiono. Circa 13.700 euro a Monte Marenzo e Carenno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA