Papetti e le fabbriche alla Quadreria  Cultura e solidarietà
Grande evento culturale venerdì alla Quadreria di Malgrate

Papetti e le fabbriche alla Quadreria

Cultura e solidarietà

Inaugurata venerdì la mostra dell’artista voluta da Roberto Morganti, le offerte devolute al Cesea . A vent’anni dall’ultimo evento, ora luoghi della memoria

L’inaugurazione della mostra “Fabbrica” dell’artista Alessandro Papetti, è stata un vero successo.

Venerdì sera tantissima gente ha voluto partecipare ad un evento di grande spessore culturale, voluto dalla Morganti Insurance Brokers, di cui è amministratore Roberto Morganti, in occasione dei suoi venticinque anni di attività.

Si tratta di un evento artistico di rilievo se si pensa che Papetti espone opere del tutto inedite, che continuano il suo discorso sul tema delle fabbriche. La valenza culturale di questa mostra è stata sottolineata da tutti coloro che hanno preso la parola durante l’inaugurazione. Prima il sindaco di Malgrate Flavio Polano, poi Roberto Morganti e, ancora, Michele Tavola, che ha curato il bellissimo catalogo, hanno messo in rilievo, pur da diversi punti di vista, il valore di un’iniziativa di cui potrà fruire tutto il territorio. Non va poi dimenticato il fine benefico di questa mostra. L’ingresso è libero, ma le offerte donate sia per visitarla sia per acquistare il catalogo saranno devolute al Servizio Educativo al Lavoro e Fasce Deboli Cesea di Lecco, che si occupa di quelle persone espulse dal mondo del lavoro che si trovano in grave difficoltà. La consegna di una targa a suggello dei venticinque anni di attività, da parte di Sergio Arcioni, vicepresidente di Confindustria Lecco-Sondrio, ha completato il quadro di una serata, il cui vero protagonista è stato ovviamente Alessandro Papetti.

L’artista e Lecco si erano incontrati già vent’anni fa. Proprio nel 1996 a Villa Manzoni si svolse la mostra intitolata “Interni di fabbrica”, ideata da Oreste Bellinzona e curata da Barbara Cattaneo. Due decenni sono tanti ed il percorso di Papetti si è evoluto maturando nuovi approcci anche su questo tema.

«La mostra resterà aperta sino al 16 ottobre.

© RIPRODUZIONE RISERVATA