Nuovo guasto , passeggeri intrappolati  nel caldo delle carrozze
Il treno diretto a Lecco da Milano si è fermato a Cernusco

Nuovo guasto , passeggeri intrappolati

nel caldo delle carrozze

Oggi a Cernusco nuovo dramma per i pendolari Ritardi accumulati per tutto il pomeriggio sulla linea «Mezz’ora fermi nel nulla con i finestrini chiusi»

Ci risiamo, temperature superiori ai 32 gradi e i treni vanno in tilt. Oggi a Cernusco si sono registrati come temperatura massima i 33,4° alle 15,33 e il treno 10848 delle 12,22 da Milano Porta Garibaldi diretto a Lecco si è improvvisamente fermato alla stazione di Cernusco Merate.

A Trenord non è restato altro da fare che annunciare: «Possibili ritardi finoa 30 minuti a causa di un guasto ad un treno nella stazione di Cernsuco-Merate che ha rallentato la circolazione dei treni sull’intera tratta. Il personale in servizio sta provvedendo alle operazioni di recupero del treno per liberare la linea e riprendere la regolare circolazione». «Treno fermo per più di mezz’ora a Merate, il treno all’inizio fumava e l’aria condizionata si è bloccata, dopo oltre mezz’ora fermi nel nulla tra Osnago e Merate. I nostri finestrini non si aprono, oltre ad essere sporchi, dentro è un forno.

Il treno che ci seguiva dopo più di un’ora è tornato indietro verso Milano»: questo il racconto di uno degli sventurati passeggeri bloccati sul 10848. Niente da fare, il treno è rimasto bloccato nel meratese ed i passeggeri sono stati fatti scendere, in attesa del convoglio successivo, che per la cronaca è pure arrivato in ritardo proprio per i disagi registrati lungo la linea. Il 10850 delle 12,52 da Milano per Lecco è infatti arrivato con 32 minuti di ritardo sulla tabella di marcia. Stesso identico discorso per il 13,22 da Milano per Lecco, anche in questo caso ben 29 minuti di ritardo. Il problema, come è stato denunciato dal Comitato Pendolari del Meratese durante l’ultima manifestazione di protesta , è che da Carnate a Calolziocorte non c’è un punto di scambio: «Quando si blocca un treno in questo tratto si ferma tutta la linea fino a quando non viene trainato via e spostato», ha riferito Matteo Mambretti, rappresentante dei viaggiatori nella commissione regionale del Trasporto pubblico locale.

I disagi però non si sono fermati qui, anche i convogli a lunga percorrenza della Milano-Tirano ne hanno sofferto, come il 2567 delle 12,08 da Tirano che è arrivato a Milano con 62 minuti di ritardo. La circolazione è impazzita per tutto il pomeriggio, il 10869 delle 15,22 da Milano ha terminato il viaggio a Calolzio, il 1863 delle 15,37 da Lecco ha viaggiato con 14 minuti di ritardo per un atto vandalico in partenza dalla stazione di Lecco, il 10867 è partito da Calolzio, il 16,22 da Milano ha accumulato 30 minuti di ritardo, , il 10868 è partito da Carnate e non da Milano, il 10865 si è bloccato a Carnate.

© RIPRODUZIONE RISERVATA