Nuovo canone Rai. Qui il modulo per chi non ha televisore

Nuovo canone Rai. Qui il modulo per chi non ha televisore

Scarica il modulo da spedire. Da luglio si paga con la bolletta dell’energia elettrica. Attenzione a dichiarare il falso: si rischia il carcere

Stanno per scattare le prime scadenze della rivoluzione per versare il canone Rai. Da luglio di quest’anno si pagherà la tassa nella bolletta dell’elettricità, solo per l’abitazione di residenza. Per orientarsi nella giungla delle novità e per non incorrere in errori ecco una rapida guida su cosa sapere sul nuovo canone Rai. La prima scadenza in arrivo riguarda chi non possiede un televisore e deve presentare la “Dichiarazione di non detenzione” che serve per non pagare la tassa.

È una dichiarazione sostitutiva che può presentare solo chi non possiede un apparecchio televisivo in nessuna casa dove è attiva una fornitura elettrica. Esistono due modalità. Per avere l’esenzione dal canone per tutto il 2016 bisogna inviare il modulo per posta entro il 30 aprile o, in alternativa, entro il 10 maggio via internet.

La procedura online sarà disponibile a partire da lunedì 4 aprile, sul sito di Agenzia delle entrate o tramite gli intermediari abilitati. Scompare, invece, dalle possibilità quella di richiedere che la tv venga sigillata, come prevedeva la vecchia normativa. Per tutti vale una regola: vietato fare i furbi. Se si possiede una televisione ma si dichiara l’opposto per evadere le tasse, per false dichiarazioni si rischiano sanzioni penali, con una condanna da 8 mesi a 4 anni di carcere.

© RIPRODUZIONE RISERVATA