Lecco, le tangenti all’ispettore Asl Cinque indagati finiranno a processo
La sede dell’Asl di Lecco, ora Ats.

Lecco, le tangenti all’ispettore Asl
Cinque indagati finiranno a processo

La posizione di negozianti di Lecco, Valmadrera, Olginate e Vercurago sono comparsi ieri davanti al giudice delle indagini preliminari, Policaro e Pozzi hanno patteggiato lo scorso ottobre

Il giudice ha respinto tutte le richieste delle difese e ha deciso il rinvio a giudizio degli ultimi cinque indagati nell’inchiesta “All Clean” del Nucleo di Polizia tributaria del comando provinciale della Guardia di Finanza.

Ristoranti e pizzerie

Andranno a processo, davanti al collegio del Tribunale cittadino, con prima udienza il 18 maggio, un panettiere, due ristoratori, la legale rappresentante di una società attiva nel settore alimentare e un geometra.

L’inchiesta, coordinata dal sostituto procuratore Paolo Del Grosso, aveva sollevato il velo su un giro di mazzette per ammorbidire o evitare accertamenti e controlli ispettivi di competenza Asl in negozi e pubblici esercizi in materia di sicurezza e igiene.

Nel dicembre 2015 erano finiti agli arresti Francesco Policaro, ispettore Asl addetto ai controlli (ha patteggiato tre anni e sei mesi di carcere per concussione) e Paolo Pozzi, già consigliere comunale di Lecco e amministratore dell’azienda di servizi “Tecnologia e ambiente”, accusato di corruzione (ha patteggiato due anni e sei mesi).

Tutti i particolari su “La Provincia di Lecco” in edicola martedì 28 febbraio

© RIPRODUZIONE RISERVATA