La Lecco - Bellagio passa alla Regione  «Buona notizia, ora sarà sistemata»
La stdada Lariana passa di competenza alla Regione

La Lecco - Bellagio passa alla Regione

«Buona notizia, ora sarà sistemata»

OlivetoLa strada Lariana nei prossimi mesi subirà il passaggio da Provincia a Pirellone Il sindaco Polti: «L’amministrazione provinciale non ha più risorse, quell’arteria è vitale»

«Il passaggio della strada Lariana dall’Amministrazione provinciale alla Regione è una nota positiva. Regione potrà finalmente sistemare una strada che necessita di interventi e di manutenzione continua e puntuale».

Il sindaco Bruno Polti plaude alla sottoscrizione dell’accorso siglato nei mesi scorsi tra Regione e Anas, e sottoscritto mercoledì nell’ambito della giunta regionale, che si è tenuta a villa Monastero a Varenna.

Una via turistica

«L’Amministrazione provinciale non ha più risorse per gestire una strada importante come la Lariana da Lecco a Bellagio - prosegue Polti -. Una strada turisticamente strategica e di capillare importanza per il nostro paese».

Una strana che recentemente è stata al centro di due interventi di messa in sicurezza di massima urgenza all’altezza dell’ex colonia Atm, a Limonta. Prima una scarica di sassi è finita sulla strada a causa delle piogge, poi qualche settimana dopo si era presentato un inizio di erosione sotterraneo della strada.

Due interventi di massima urgenza portati avanti dall’Amministrazione provinciale, che però non ha soldi e li deve chiedere a Regione.

Il passaggio ufficiale con la reale consegna della strada Lariana a regione avverrà nei prossimi mesi, si parla del 2018. Nel frattempo villa Locatelli dovrà comunque intervenire per sistemare l’illuminazionenella galleria di Parè.

I lavori dovrebbero iniziare a fine estate, il costo dell’intervento si aggira attorno ai 30 mila euro. Già dallo scorso ottobre la galleria di Parè sarebbe vietata ai ciclisti, e i mezzi in transito dovrebbero procedere alla velocità massima di 30 chilometri all’ora. Per la precisione il transito alle bici è vietato solo nella galleria Parè, lunga un chilometro e 650 metri, alla fine ben pochi lo rispettano anche perché nella galleria successiva, in direzione di Valbrona e Oliveto, le bici possono transitare.

Percorsa da ciclisti

Ora l’Amministrazione provinciale, dopo tante polemiche sollevate da chi transita da qui ogni giorno, e dai ciclisti, è intenzionata a sistemare l’impianto di illuminazione della galleria. Quanto alla strada dal prossimo anno farà capo alla Regione.

«Realizziamo un sogno atteso da tempo dall’Amministrazione provinciale, ovvero quello di sgravarsi dei costi di una strada turistica internazionale come la Lecco-Bellagio, molto onerosa sia per la manutenzione ordinaria che per quella straordinaria», ha rimarcato mercoledì a Varenna, il sottosegretario Daniele Nava.

© RIPRODUZIONE RISERVATA