Gli affreschi salvati da un’alga  E la chiesa ritorna a splendere
Gli affreschi della volta (Foto by foto Cardini)

Gli affreschi salvati da un’alga

E la chiesa ritorna a splendere

Ello, doppio regalo per la festa patronale

I dipinti recuperati e il ritorno di don Olgiati

Sarà una festa patronale con due regali: il primo domani quando verranno ufficialmente consegnati alla comunità gli interni della chiesa parrocchiale – intitolata a sant’Antonio abate – appena restaurati; e domenica, quando tornerà nella “sua” Ello l’ex parroco don Angelo Olgiati, nel 50° anniversario di sacerdozio.

La presentazione dei restauri è prevista domani alle 21, appunto in chiesa, dove avverrà l’incontro con il restauratore Eros Zanotti, che spiegherà i lavori e come i dipinti siano stati riportati all’antico splendore. Merito anche di una tecnica dal gusto vegano: infatti, per salvare i dipinti è stato chiamato in soccorso l’agar-agar, un polisaccaride naturale ricavato da alghe.

L’agar-agar non può essere digerito dagli enzimi a disposizione della maggior parte degli organismi, inclusi batteri e funghi; questa gelatina «consente anche di pulire i dipinti senza fare ricorso ad azioni meccaniche, cioè senza sfregare né scrostare – anticipa l’amministratore della comunità pastorale, don Maurizio Mottadelli - e senza l’applicazione di sostanze chimiche. Questo sistema è stato utilizzato per conservare i delicati colori originali».

L’articolo completo sul giornale in edicola.

© RIPRODUZIONE RISERVATA