Garlate, decine di prelievi  Carta clonata? No, era un parente
Caso risolto dai carabinieri

Garlate, decine di prelievi

Carta clonata? No, era un parente

Decine di prelievi effettuati sul proprio conto personale per un totale di ben 4 mila euro. Per questo si era convinto che la tessera del bancomat fosse stata clonata da qualche abile truffatore e ha sporto denuncia.

Ma ai Carabinieri della stazione di Olginate sono bastate poche ore di indagini per scoprire che dietro a quegli ammanchi, non c’era la solita banda organizzata di ladri, ma un parente che rubava il bancomat per rimpinguare il proprio conto corrente.

Ha dell’incredibile quanto successo nei giorni scorsi ai danni di un pensionato garlatese, derubato da un proprio congiunto, che per di più ospitava da anni a casa propria, visto che questi aveva delle difficoltà. E ora l’uomo che è stato cacciato di casa, dovrà rispondere per una denuncia di furto.

Tutti i dettagli nell’ampio servizio su “La Provincia di Lecco” in edicola giovedì 24 settembre.

© RIPRODUZIONE RISERVATA