Ci sarà una corte dedicata  al dialetto e ai vecchi proverbi
L’edizione dello scorso anno della Festa delle corti

Ci sarà una corte dedicata

al dialetto e ai vecchi proverbi

Si lavora agli ultimi ritocchi della Festa delle corti che andrà in scena nel fine settimana

Oltre 40 punti di interesse. Corti, cortili e vie ospiteranno antichi mestieri, canti, spettacoli, musica. E domenica, a conclusione dell’evento, tutti con il naso all’insù per lo spettacolo dei fuochi d’artificio.

È tutto pronto per la “Festa delle corti”, la più importante manifestazione garlatese, giunta alla ventiseiesima edizione che animeranno il paese sabato 9 e domenica 10.

L’assessore alla cultura,  Diana Nava invita così i visitatori a non perdersi l’evento: «La nostra è una festa unica nel circondario: le vie, le piazze, le corti e i cortili del centro storico per due giorni si aprono, svelando la loro bellezza spesso celata e ospitano esposizioni, spettacoli ed eventi per tutti i gusti».

La nuova edizione guarda al passato: «Abbiamo voluto porre ancora maggiore attenzione sull’idea originaria della  “Festa delle Corti”, quello di valorizzare le radici, i mestieri, la storia e le tradizioni di Garlate e del nostro territorio. Ben due corti saranno infatti occupate dagli artigiani di “Associazione Laboratorio 7” che mostreranno ai visitatori gli antichi mestieri come maniscalco, calzolaio, fabbro, rilegatore, scultore. Una novità assoluta sarà poi una corte legata al dialetto e alla storia della nostra manifestazione che abbiamo chiamato “Sè regordet quant se parlavå in dialèt?”: filmati, foto, proverbi, frasi, canti e giochi in dialetto per grandi e piccini».

Il programma è davvero ricco e ci sono iniziative per tutti e per tutti gusti: «Nello splendido contesto del cortile di Villa Pozzi ci sarà l’esposizione di diorami ferroviari e laboratori di modellismo pratico a cura di “Club Treni Brianza” nella  “Curt de la Maria in Funt” dove ci saranno anche gli immancabili burattini. Nella corte dell’oratorio di troverà anche esposizione di Lego, per tutti gli appassionati e ci saranno lezioni di yoga per bambini e adolescenti alla fondazione”Bruni”». La festa è anche musica: Nella zona del circolo Ricreativo Arci di alterneranno e in concerto diversi  gruppi musicali».

© RIPRODUZIONE RISERVATA