Che beffa, estate finita   e il lago adesso è pulito
Tutte balneabili le acque del lago

Che beffa, estate finita

e il lago adesso è pulito

Buoni i dati recenti relativi alle analisi di Ats Tutte le spiagge nelle 24 località sono balneabili Da Lecco a Colico passando per Pescate acque limpide

L’estate è ormai finita e il lago è completamente balneabile.

Dopo un susseguirsi di ordinanze che vietavano il bagno , esposte e poi ritirate, le ultime analisi siglate dall’Ats Brianza, l’azienda di tutela della salute, danno il via libera ai tuffi in tutte le ventiquattro località analizzate.

Campioni raccolti il 21 agosto

I campioni raccolti il 21 agosto e analizzati nei giorni successivi, parlano di una buona qualità delle acque del ramo orientale del Lario. Ultimi bagni in tutta tranquillità, considerato che c’è ancora gente in spiaggia e che nel week-end, se il sole reggerà, non mancheranno i bagnanti.

L’apertura della stagione non era stata così positiva: il 26 aprile i primi controlli avevano dato non balneabile le acque antistanti il parco di Chiesa Rotta ad Abbadia, la Puncia di Bellano, la zona di Colico nella zona della foce dell’Inganna, e Piona di Colico, la Rivetta e la riva Cantone a Dorio, la Malpensata di Lecco, Limonta di Oliveto, la riva di Gittana a Perledo, e alla Punta di Pescate.

A metà maggio tutto il lago era tornato balneabile tranne Olcio a Mandello. A giugno vietati di nuovo i bagni alla spiaggia vicino all’Inganna a Colico e alla Rivetta di Dorio. Divieti che di lì a poche settimane erano stati tolti in quanto le analisi erano nuovamente positive.

A fine luglio il cartello che invitava a non tuffarsi era arrivato nuovamente a Olcio di Mandello, a Oro a Bellano, e alla riva del Cantone a Dorio. Dalle successive analisi le acque erano tornate balneabili. E adesso che ormai l’estate sta diventando un ricordo, il lago è in buona salute.

I ventiquattro punti analizzati da Lecco a Oliveto, passando per Pescate e Mandello, e poi fino a Colico sono tutti idonei alla balneazione.

Attenzione alle alghe

Attenzione però, considerata la variabilità del fenomeno della fioritura algale «In presenza di acque torbide, schiume o mucillaggini, o con colorazioni anomale è sconsigliato immergersi, ed è sempre bene fare la doccia appena usciti dal lago e sostituire il costume da bagno», consiglia Rita Cattaneo, responsabile dell’Ats.

Ventiquattro le località analizzate. A Lecco la zona di Pradello, la Malpensata, Rivabella e la Canottieri. A Pescate l’area della Punta, ad Abbadia le acque antistanti il campeggio, e il parco di Chiesa Rotta. A Bellano la spiaggia di Oro e il lido della Puncia, a Colico la zona di Piona, l’area dell’Inganna, e il lido di Colico centro.

A Dervio i controlli vengono effettuati al campeggio Europa. Due i punti di prelievo a Dorio: la riva del Cantone e la Rivetta.

A Lierna a Riva bianca. A Mandello analisi al campeggio, al lido, ad Olcio, e al Nautilus sulla sponda opposta in territorio di Mandello ma vicino a Oliveto. A Perledo le verifiche vengono fatte a riva di Gittana. A Oliveto le verifiche sono alla spiaggia di Onno, a Limonta e a Vassena.

© RIPRODUZIONE RISERVATA