Calolzio, in arrivo venti migranti  A Lorentino, nella casa di un privato
Lo stabile ex Asl che periodicamente torna alla ribalta per ospitare i profughi

Calolzio, in arrivo venti migranti

A Lorentino, nella casa di un privato

L’assessore Luca Valsecchi: «Il Comune è stato informato». Le possibili alternative

Niente più distretto sanitario dismesso: i migranti, a Calolziocorte, verranno ospitati da un privato in un edificio ubicato nella frazione collinare di Lorentino.

L’indiscrezione circola e a questo punto manca solo l’ufficialità circa la data di arrivo degli ospiti: un cittadino, proprietario di uno stabile nella località calolziese, ha infatti preso contatti con l’ente gestore (la cooperativa Il Gabbiano) per mettere a disposizione la struttura quale centro di accoglienza provvisoria per un certo numero – circa una ventina – di richiedenti asilo.

Tramontata dunque definitivamente la possibilità di convertire l’ex poliambulatorio di piazzale Kennedy, si apre la strada a questa nuova sistemazione, che sicuramente non mancherà di produrre reazioni sul territorio.

In ogni caso, la conferma che il dialogo in materia è già avanzato arriva dall’assessore ai Servizi sociali, Luca Valsecchi. «Nell’ambito dello Sprar (Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati), l’ente gestore può cercare strutture non soltanto presso il pubblico ma anche rivolgendosi ai privati. In questo senso, a fronte dell’impossibilità di accedere all’ex distretto sanitario, il Gabbiano si è attivato per cercare soluzioni sul mercato privato e ha trovato disponibilità nei proprietari di un immobile a Lorentino».

Leggete tutti i particolari sull’edizione odierna de La Provincia di Lecco

© RIPRODUZIONE RISERVATA