Ballabio, Fausto Valsecchi, scomparso   da quattro giorni
Fausto Valsecchi manca da casa da quattro giorni

Ballabio, Fausto Valsecchi, scomparso

da quattro giorni

Il 56 enne originario di Malgrate vive in paese da due anni, ha lasciato le chiavi sulla porta e telefono a casa

Rimane un mistero, e motivo di grande preoccupazione per i familiari: da sabato scorso non si hanno più notizie di Fausto Valsecchi, 56enne, originario di Malgrate, dove la famiglia è molto conosciuta. Da quel giorno non dà più notizie dei sé.

«Da quello che abbiamo appurato - dice la sorella, Margherita -, Fausto si è allontanato dalla sua casa di via Manzoni di Ballabio, già da sabato. Anche con i carabinieri - continua la donna -, abbiamo verificato che il telefono cellulare di mio fratello, anche la ricarica elettrica, erano riposti ordinatamente sul comodino della sua stanza da letto. Un altro particolare: la chiave della porta d’ingresso dell’appartamento era inserita nella toppa esterna dell’abitazione».

Fausto Valsecchi è alto un metro e settantacinque e pesa settantadue chili, riferiscono i familiari. I quali, diffondendo la sua foto, raccomandano a chiunque lo avvisti di telefonare al 112.

L’apprensione è tanta. Dice sempre la sorella Margherita, malgratese anche lei: «Fausto era separato dalla moglie, con lei ha avuto due figli. Negli ultimi tempi era chiuso in se stesso, siamo stati noi familiari a consigliarli di cambiare aria, trovarsi un appartamento da queste parti dopo che per qualche tempo era andato ad abitare Concorezzo. Spero che adesso torni a casa».

Fausto Valsecchi lavora per l’impresa lecchese di pompe funebri “Ferranti” e, domenica scorsa, riferisce sempre la sorella Margherita: «Mi hanno riferito, la fonte è credibile, di averlo visto nei paraggi del centro commerciale Iperal di Lecco mentre camminava mangiando qualcosa. Mi dicono anche che il suo sguardo era un po’ assente».

Che ne è stato di Fausto Valsecchi? In paese nessuno sa dire, non lo conoscono.

I familiari stanno facendo di tutto per sapere, capire, dove è il loro caro. Gli indizi nella sua casa preoccupano molto e la preghiera dei Valsecchi è di venire loro incontro.

La notizia sta facendo parlare molto anche a Malgrate: nel paese del lago, come detto, di cui è originario Valsecchi suo padre è per altro stato per anni sagrestano della chiesa parrocchiale.

Un caso che sta tenendo con il fiato sospeso non solo i familiari di Fausto Valsecchi ma anche tutti i suoi numerosi amici.n B.Gro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA