Adda  più alto,traghetto di Leonardo  riprende a navigare
Il traghetto di Leonardo torna a navigare ma senza le auto

Adda più alto,traghetto di Leonardo

riprende a navigare

Da giovedì acqua al minimo indispensabile , possono navigare solo i pedoni, le auto ancora vietate «Il servizio è stato fermo tre mesi, un danno enorme»

Dopo tre mesi di stop, dallo scorso gennaio, l’altro giorno il Traghetto leonardesco di Imbersago ha ripreso la navigazione.

Situazione ancora precaria

Solo per i pedoni perché il livello del fiume non permette l’imbarco delle auto e delle moto ma è una buona notizia dopo le innumerevoli polemiche per la sospensione prolungata del servizio. La causa di questo stop è da cercare nel basso livello dell’acqua dell’Adda che solo nella tarda mattinata di giovedì è risalito: «La portata in uscita dalla diga di Olginate è stata per tantissimo tempo attorno ai 50 metri cubi al secondo, un livello che non permette di attraversare con il traghetto – racconta Ingrid Anghileri, che gestisce il servizio dal 2010 – e solo giovedì mattina è risalita a 72 metri cubi al secondo, appena sopra il livello minimo. Attorno alle 11 di mattina abbiamo fatto la prima traversata di prova e nel pomeriggio il servizio è ripreso con continuità».

Anche ieri mattina, approfittando delle giornate di vacanza da scuola e del bel tempo, i frequentatori dell’Adda sono stati molti e parecchi ne hanno approfittato per attraversare.

Leggi i particolari su La Provincia di Lecco in edicola sabato 15 aprile

© RIPRODUZIONE RISERVATA