«Sogno una serie C   a tinte blucelesti»
Settembre 2015, Beccalossi e Mancini si salutano a fine gara dopo l’amichevole Lecco-Inter

«Sogno una serie C

a tinte blucelesti»

Calcio serie D. Evaristo Beccalossi ora è capo delegazione della Nazionale Under 20 ma non dimentica il suo Lecco. «Attendo sempre con ansia i risultati, c’è stata anche la possibilità per un mio ritorno ma ora serve solo vincere»

C’è un pezzetto di Lecco nella Nazionale Under 20 italiana. È quell’Evaristo Beccalossi che da giovedì scorso è diventato capo delegazione della Nazionale Under 20 che a Chemnitz ha pareggiato 2 a 2 con la Germania, riscattando parzialmente le ultime due sconfitte subite con Inghilterra e Portogallo.

Insieme al tecnico Federico Guidi l’ex presidente (in pectore, non in organigramma) del Lecco che arrivò primo ai playoff due stagioni or sono, sta cercando di costruire una squadra vincente.

Ma si scopre anche che il “Becca” è stato vicino al rientro a Lecco: «Quando stava tornando De Paola mi sono riavvicinato. Poi c’è stato il patatrac, ma, d’altronde non c’erano le condizioni neanche per me».

Beccalossi sa che il presidente è un “osso duro”: «Una cosa ha detto Di Nunno che mi pare assolutamente condivisibile: il Lecco deve tornare nel professionismo. Non esiste che stia in serie D. E deve ottenere la categoria in qualsiasi modo, non importa se giocando bene o male. Non c’è altra via che il ritorno in serie C per il Lecco».

Tutti i dettagli negli ampi servizi della pagina speciale dedicata alla serie D, su “La Provincia di Lecco” in edicola sabato 11 novembre.

© RIPRODUZIONE RISERVATA