Roselli è “sbocciato”  per il bene del Lecco
Fabio Roselli impegnato in un “combattimento” a centrocampo

Roselli è “sbocciato”

per il bene del Lecco

Il mediano aveva iniziato con una condizione fisica approssimativa, ora è una pedina importante - «Sto bene e sento di poter dare il mio contributo al gruppo»

C’è un giocatore che sta, pian piano, conquistando la fiducia del mister. Non per il suo passato, ma per il suo presente. È Fabio Roselli, centrocampista, anzi mediano di “rottura”, arrivato in punta di piedi e che non ha mai fatto proclami. Prima, appesantito da una preparazione approssimativa, non sembrava potesse diventare fondamentale. Ma ora, che sta bene fisicamente, si vede che è un prezioso supporto a giocatori più tecnici come Cavalli e Martina Rini in un reparto, il centrocampo bluceleste, che ancora fatica a esprimersi ad alti livelli.

Roselli, però, prima di parlare di futuro, parla del recente passato: «Quella di domenica scorsa era una partita da portare a casa in tutti i modi e alla fine ci siamo riusciti. Non conta come. Io avevo qualcosa in più degli altri, fisicamente, perché in una settimana avevo giocato meno di Lele Cavalli o di altri centrocampisti. Per questo ho retto di più io a livello fisico. Abbiamo giocato contro una buona squadra, e l’importante era provare a vincere la terza di fila. Esserci riusciti non è così scontato».

L’articolo completo su La Provincia di Lecco in edicola domani, 26 ottobre

© RIPRODUZIONE RISERVATA