Lecco: l’onda verde   di Moleri e Scaglione
Scaglione in un contrasto nell’amichevole giocata a Carenno contro la Folgore

Lecco: l’onda verde

di Moleri e Scaglione

Entrambi classe ’98, secondo gli osservatori possono diventare tra i migliori giovani della categoria - Uno è un centrocampista di tanta corsa ma anche di qualità, l’altro è un difensore che «non si fa prendere dall’ansia»

Marco Moleri e Mauro Scaglione, entrambi classe 1998, rispettivamente centrocampista e difensore, sono la speranza di mister Delpiano di aver pescato il jolly. Anzi i due jolly. Due tra i migliori giovani della categoria.

La sfida è questa perché, come ha detto Bertani, se i giovani possono sostituire i vecchi, un vecchio non può sostituire un giovane in quota “under”. E questo la dice veramente lunga sull’importanza dei giovani in serie D.

Entrambi vengono dal Como, ma tutti e due vogliono far dimenticare ai tifosi i loro trascorsi con un campionato eccelso.

Anche perché Moleri è di Civate, anzi della stessa via del “Toro” Castagna. Solo che Moleri è il Toro del centrocampo bluceleste: «Sono uno che non si sottovaluta tecnicamente, ma corro tanto e recupero tanto. “Faccio legna”, come si suol dire, ma non sono scarso tecnicamente. È che ho un agonismo a livello atletico che diventa la principale caratteristica in chi mi vede. Il tiro? Nonostante l’anno scorso abbia preso pali, traverse e gol sbagliati, non sono uno che tira a giro, se era quello che volevate sapere».

L’articolo completo su La Provincia di Lecco in edicola domani mattina, 3 agosto

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti (0) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito. I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati. Accedi per commentare