Lecco, cinque partite per la salvezza  Benedetti e Locatelli già scalpitano
Benedetti festeggia un gol di Karamoko e sogna di ritrovarsi nella stessa situazione

Lecco, cinque partite per la salvezza

Benedetti e Locatelli già scalpitano

Tra le squadre avversarie ci sarà anche il Ciliverghe secondo in classifica. Il valsassinese è carico: «Non c’è più tempo per sbagliare» e Mattia insegue il recupero

Luca Benedetti, classe 1998, da Cortenova è una “promessa” interessante. Tecnicamente da raffinare, fisicamente da rinforzare, ma della gente delle sue parti (oltre a un bella cadenza “tipical”) ha anche il grande cuore e la forza di volontà. La stessa che non lo fa mollare mai.

Così quando in campo questo terzino destro che quest’anno dovrà affrontare gli esami di maturità, parte con la sua corsa sai già che qualche obiettivo lo raggiungerà. Una palla recuperata piuttosto che un fallo laterale, o magari una “provvidenziale pedata” alla pericolosa ala avversaria.

Così è stato a Caravaggio, con mister Bertolini che, a fine gara, rimpiangeva amaramente di non averlo inserito prima che Guercilena andasse a segnare il gol del pari locale.

Il discorso scivola sull’imminente (e pieno di “suspense”) finale di torneo: «Sono cinque partite che contano come non mai - dice il terzino destro, giocatore e tifoso del Lecco - Non c’è più tempo per sbagliare; e non c’è più la possibilità di sbagliare atteggiamento. Dobbiamo affrontare oltretutto un Ciliverghe (secondo dietro il Monza, ndr) che è fortissimo e rappresenta un ostacolo difficile. Non c’è altra possibilità che fare tutto al meglio».

Tutti i dettagli su “La Provincia di Lecco” in edicola mercoledì 5 aprile, con ampi servizi dedicati al finale di campionato e al ricorso bluceleste contro il provvedimento di “gara a porte chiuse” per domenica.

© RIPRODUZIONE RISERVATA