Il Toro di Civate e Bugno  A  volte ritornano
Ecco il mitico gruppo che ha salvato il Lecco dal baratro. Quanti giocatori rimarranno nella nuova squadra?

Il Toro di Civate e Bugno

A volte ritornano

Calciomercato. Brodo bluceleste in ebollizione nella pentola del Lecco che ripunta su Castagna e il terzino. L’attaccante potrebbe far coppia con mitraglia Cristofoli intanto Gizzarelli punta il periscopio sui giovanissimi

Un nome, una garanzia. Davide Castagna, classe 1991, il “Toro” di Civate, giovedì si è recato in sede alla Calcio Lecco per parlare con il diesse Gizzarelli e con il direttore generale Emanuele Riboldi. Cosa ne sia sortito, è impossibile saperlo.

Ma Castagna, bomber che in bluceleste ha vissuto otto stagioni tra giovanili e prima squadra e ha segnato 38 gol, è allettato dalla richiesta del Lecco. Sarebbe impossibile il contrario, d’altronde, anche perché per la tifoseria è un vero idolo.

Nessun accordo è stato chiuso, ma il giocatore civatese potrebbe tornare a vestire la casacca bluceleste. D’altronde il primo ad aver parlato di lui era stato mister Delpiano. Il tecnico bluceleste vede Castagna come il completamento ideale di una coppia d’attacco con Fabio Cristofoli.

Di Gioele Mureno, sempre più vicino al Lecco, abbiamo detto, ma un altro terzino, o esterno alto, di fascia potrebbe essere un altro grande ex bluceleste: Alessio Bugno, solo di un anno più vecchio di Castagna (è un classe 1990). Un giocatore che a Lecco ha lasciato il cuore (in prestito). Potrebbe venire a riprenderselo.

Tutti i dettagli nei servizi della pagina speciale dedicata ai blucelesti e al mercato della serie D, su “La Provincia di Lecco” in edicola venerdì 16 giugno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA