Il ritorno di Cannataro  Un faro a centrocampo
Alessandro Cannataro in allenamento a Oggiono. Il regista è pronto al rientro

Il ritorno di Cannataro

Un faro a centrocampo

Si avvicina per il Lecco il match decisivo col Dro. Alessandro ci crede: «Possiamo ancora farcela. Vincerà chi sbaglierà di meno o chi avrà meno paura»

Tre giornate di squalifica dopo, Alessandro Cannataro, classe 1995, regista del centrocampo bluceleste, è pronto per ritornare in campo.

Con una voglia enorme di riscattarsi e di riscattare la sua squadra da un baratro che si è, nel frattempo, spalancato sotto i piedi: quello della possibile retrocessione.

«Sono state ingiuste le tre giornate – commenta Cannataro - ma le ho accettate da uomo di sport. Per fortuna non sono stato fuori per infortunio e così ora sono pronto a dare il mio contributo alla squadra, sperando sia un grosso contributo. Sono contento di rientrare in una partita così fondamentale per tutti. Tutto dipende ancora da noi».

Il Dro, dunque. Una squadra difficile che all’andata non ebbe pietà di undici ragazzini: «All’andata non ebbero pietà, è vero. Parlando anche con i miei compagni, sentii dire che fecero i “fenomeni”. Poi non si sono rivelati tali, evidentemente. O non sono così più forti di noi o sono stati molto sfortunati. Sono sicuro, però, che sarà una gara difficilissima e vincerà la partita solo chi sbaglierà di meno e chi avrà meno paura di sbagliare».

Tutti i dettagli su “La Provincia di Lecco” che nel numero in edicola giovedì 20 aprile propone anche un ampio servizio sugli ex blucelesti ora nei campionati professionistici.

© RIPRODUZIONE RISERVATA