Cristofoli userà   una mitraglia bluceleste
Bertani, a sinistra (autore del primo gol stagionale del Lecco), viene festeggiato da Cristofoli

Cristofoli userà

una mitraglia bluceleste

Il nuovo Lecco. A 34 anni il bomber realizza il sogno di giocare nella squadra che tante volte aveva punito. «C’è un gruppo fatto di persone vere e questo conta molto, sono qui per segnare ma prima ancora per vincere»

Nuovo Lecco, vecchie “disfunzioni” che, almeno per ora, non sono da imputare alla nuova e volonterosa dirigenza che ha ereditato una situazione post-fallimento davvero incerta e confusa.

Così ecco che per allenarsi la squadra bluceleste, alla discesa dal ritiro di Carenno, “tocca” ritrovarsi come ieri mattina nel lontano (da Lecco), scomodo per i tanti tifosi che pure vorrebbero seguire gli allenamenti della nuova squadra e (soprattutto) “comasco” Centro sportivo del Lambrone di Erba. Proseguendo nella (disdicevole) abitudine inaugurata dall’allora patron Bizzozero qualche stagione fa.

In attesa che venga trovata una soluzione (un campo lecchese su cui allenarsi) a parlare ai giornalisti ieri è stato un “bomberone di quelli veri”: Fabio Cristofoli che dall’alto dei suoi quasi 190 cm di altezza e dai suoi tantssimi gol fra serie C e serie D, finalmente è riuscito a vestire quella maglia bluceleste che pure tante volte aveva “punito” con le sue reti. Trentaquattro anni di grinta, grandi colpi di testa e rispetto.

E ora le nuove amichevoli. Mercoledì Lecco in campo a Venegono contro la Varesina e Olginatese a Serina contro il NibionnOggiono.

Tutti i dettagli, le parole di Cristofoli e le ultime novità di mercato della serie D, nella pagina speciale su “La Provincia di Lecco” in edicola mercoledì 9 agosto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA