Controllo al World Grand Prix  Miriam Sylla positiva all’antidoping
Miriam Sylla è risultata positiva al clembuterolo

Controllo al World Grand Prix

Miriam Sylla positiva all’antidoping

L’azzurra di Valgreghentino è risultata positiva al clembuterolo (un broncodilatatore che serve per curare l’asma, ma ha anche proprietà di stimolare l’aumento della massa muscolare)nella gara con il Brasile del 6 agosto

L’azzurra di pallavolo Miriam Sylla, la giocatrice di Valgreghentino e cresciuta a Olginate, è risultata positiva al clembuterolo (un broncodilatatore che serve per curare l’asma, ma ha anche proprietà di stimolare l’aumento della massa muscolare) a un test antidoping effettuato dalla Federazione internazionale volley.

La notizia è stata battuta questa sera dall’Ansa. Il controllo è avvenuto in occasione della finale del World Grand Prix tra Italia e Brasile il 6 agosto scorso. Miriam Sylla è molto conosciuta e apprezzata nella sua terra al punto che nel 2016 aveva anche ricevuto il prestigioso Trofeo Panathlon Lecco di sportiva dell’anno per il 2016. L’atleta era in ritiro con la sua squadra, la Foppa Pedretti Bergamo e il premio lo aveva ritirato papà Abdoulaye, originario della Costa d’Avorio, che aveva ricordato le grandi difficoltà attraversate dalla sua famiglia negli anni passati e ringraziato l’Italia per avergli dato la possibilità di farsi una vita, lavorare, e crescere quella forza della natura che è Miriam.

© RIPRODUZIONE RISERVATA