Buonocunto crede nel Lecco  «Ma serve più lucidità»
Buonocunto ieri in allenamento: il “genio” predica lucidità mentale (Foto by Foto Menegazzo)

Buonocunto crede nel Lecco

«Ma serve più lucidità»

Il “genio” dei blucelesti analizza il momento: «Peccato non aver superato il Castiglione. Dovremo usare la testa per battere la Pro Sesto»

È lui il “genio” della squadra. Quello che, a quota 13 gol (erroneamente attribuimmo a Rigamonti il suo gol contro la Folgore Caratese dell’andata), da centrocampista offensivo, è rinato, dopo la scorsa stagione di stop, e ha fornito a Lecco quel pizzico di magia che l’attacco bluceleste abbisognava.

Una magia che contro il Castiglione è venuta momentaneamente a mancare ma che Ivan Buonocunto tiene in serbo per giovedì.

«Quando ci siamo ritrovati con l’uomo in più non sapevamo cosa fare. Siamo bravi a compattarci e ripartire. Era tanto che non ci capitava di dover fare noi la partita. Non è che non lo sappiamo fare, ma ci riesce meno bene che ripartire negli spazi. Si poteva fare molto di più e il rammarico è quello, ma il Castiglione ha la miglior difesa del torneo. Tutti e nove dietro la linea della sfera, una squadra prima in classifica ti mette in difficoltà. Hanno fatto quel che volevano e, purtroppo, ci sono riusciti».

L’articolo completo su La Provincia di Lecco in edicola domani, 1 aprile

© RIPRODUZIONE RISERVATA