Bignotti: «Un gol che scaccia   gli incubi miei e della squadra»
Bignotti (a destra) festeggiato da Roselli dopo il gol (Foto by Foto Menegazzo)

Bignotti: «Un gol che scaccia

gli incubi miei e della squadra»

Il centrocampista è fiducioso: «Una rete utile, per sbloccarmi e per il bene di tutta la squadra»

Per Enrico Bignotti il gol siglato al comunale di Scanzorosciate è la fine di un incubo. Dopo una serie di prestazioni sempre a cavallo tra la sufficienza e l’insufficienza c’era il dubbio che questa stagione, per lui, fosse destinata all’anonimato. Ma con i suoi piedi, la sua tecnica e la sua capacità di “saltare l’uomo”, sarebbe stato un vero peccato. Anzi, un delitto. Ora, con il gol vittoria segnato a Scanzorosciate, la prospettiva cambia. Potrebbe essere la svolta per il centrocampista offensivo bluceleste.

«Era ora – ammette - Più che per me era importante per la squadra questo gol: è stato utile per dare continuità alla vittoria di sabato, per la fiducia in noi stessi, per i tifosi... L’ultimo gol l’avevo segnato al Lentigione, oramai un girone fa. Ma, ripeto, la questione personale passa in secondo piano».

L’articolo completo su La Provincia di Lecco in edicola domani, 20 ottobre

© RIPRODUZIONE RISERVATA