Assalto bluceleste a Caravaggio  Lecco, ora pensa solo a vincere
Meyergue tornerà disponibile oggi così come Karamoko. Il Lecco deve assolutamente cercare di vincere a Caravaggio

Assalto bluceleste a Caravaggio

Lecco, ora pensa solo a vincere

I bergamaschi hanno una fama da “ammazzagrandi” ma Bertolini ci crede: «Siamo arrabbiati dunque facciamolo vedere sul campo»

Questa volta non ci sono mezzi termini: non vincere a Caravaggio questo pomeriggio al Comunale di viale Olimpia, potrebbe voler dire addio definitivo alla salvezza diretta.

Non è mai stato questo, ufficialmente, il vero obiettivo della “Bertolini Band of Brothers”, ma tant’è. Tutti sognano la salvezza senza passare dai playout e per continuare a coltivare questi sogni, bisogna vincere.

A prescindere da un suicidio collettivo del Dro e delle altre pretendenti a un posto al sole, naturalmente.

«Sei partite – spiega mister Alberto Bertolini - possono essere tante o poche. I margini di errore sono risicatissimi. Se il Dro vincesse e noi no, inizierebbe a diventare complicato salvarci senza playout. Anche perché siamo più vicini alla penultima, onestamente, che al Dro. Ma il calcio a volte regala sorprese eccezionali. Noi dobbiamo semplicemente pensare a fare il nostro meglio e a cogliere tutte le occasioni che si presenteranno».

Il Caravaggio è una squadra temibile. Ha vinto contro la Pergolettese, costretto al pareggio il Monza al Brianteo.

Tutti i dettagli negli ampi servizi delle due pagine speciali dedicate al Lecco e all’Olginatese ma anche alla vittoria dei bianconeri nel loro girone del campionato Juniores Nazionale, su “La Provincia di Lecco” in edicola domenica 2 aprile.

© RIPRODUZIONE RISERVATA