Lecco. Il design cresce     con il sapere artigiano
Design e artigianato, due realtà sempre più complementari nello sviluppo dei prototipi e delle nuove idee

Lecco. Il design cresce

con il sapere artigiano

Confartigianato organizza una missione delle imprese con i protagonisti dell’innovazione al Fuorisalone, Paolo Grieco: «Le aziende sono interessate ai problemi della trasformazione dell’idea in un prodotto finito»

Confartigianato sta completando il programma per coinvolgere in un’intera giornata di visite, il 4 aprile, le imprese in quattro appuntamenti del prossimo “Fuorisalone”, l’insieme di iniziative che si svolgeranno a Milano nella settimana del Salone del mobile (4-9 aprile).

L’idea dell’associazione, spiega il responsabile del servizio competitività, Paolo Grieco, «è quella di visitare con le nostre imprese una serie di location situate in varie zone di Milano per promuovere il contatto con l’innovazione che si realizza attraverso il design. Abbiamo preso questa decisione - aggiunge - dopo aver constatato il forte interesse sull’argomento fra le nostre imprese che hanno appena partecipato al bando regionale Design competition mostrando particolare sensibilità al tema della trasformazione di un’idea di design in un prodotto finito».

Fra l’idea del creativo e il prototipo realizzato dall’artigiano c’è un trasferimento di saperi ma c’è soprattutto il bagaglio di esperienza dell’artigiano che al primo sguardo sul progetto sintetizza rapidamente problemi e possibilità di ingegnerizzazione, e anche ciò ha molto a che vedere con la creatività dell’imprenditore.

È un incontro fra due mondi che a breve potranno confrontarsi ai massimi livelli al Fuorisalone. Il calendario di massima è pronto e fra i principali appuntamenti prevede una visita all’Isola design district, il nuovo quartiere del Fuorisalone 2017 in via Pastrengo, dove nel loft da 400 metri quadrati le imprese dialogheranno con 35 giovani designer.

E, ancora, non mancherà una visita alla seconda edizione di “Doppia firma”, alla Gam, galleria d’arte moderna, in via Palestro: dopo il successo dell’edizione 2016 l’iniziativa cade nel periodo delle “Giornate europee dei mestieri d’arte” e vede per la prima volta il matching fra 15 coppie costituite ciascuna da un artigiano e da un designer europeo, da cui usciranno 15 pezzi che entreranno in una mostra alla Gam.

Gli artigiani lecchesi visiteranno inoltre Inhabits, il nuovo villaggio di moduli abitativi dedicato al design da tutto il mondo che nella settimana del Salone, dal 4 al 9 aprile, in piazza del Cannone esporrà cinque housing units italiane e internazionali oltre ad alcuni progetti di design dedicati alla sostenibilità urbana e all’energia rinnovabile.

«Inoltre - aggiunge Grieco - riteniamo importante l’incontro con ’Design language’, nella sede della Civica scuola interpreti e traduttori Altiero Spinelli, un’esposizione di design internazionale che coinvolge oltre 50 studi di architettura e brand internazionali per oltre 20 nazioni coinvolte». Infine l’incontro con l’architetto Giorgio Caporaso al “Fiftyfive” che parlerà delle contaminazioni fra design e realizzazione dei prodotti attraverso le imprese artigiane.

© RIPRODUZIONE RISERVATA